Fuoristrada

Cecchini Campione Italiano e mondiale nel Flat Track

Protagonista anche Marzotto

Weekend indimenticabile per Francesco Cecchini, che nell’ovale friulano di Terenzano (UD) conquista la FIM Flat Track Cup e il campionato italiano. Non da meno Vittorio Emanuele Marzotto, che sale sul terzo gradino del podio in entrambe le competizioni. I due azzurri sono stati gli indiscussi protagonisti della due giorni organizzata dal Moto Club Olimpia, dando vita ad accesi ed emozionanti duelli che hanno visto il talento romagnolo prevalere nei momenti cruciali, vedi le due finali.

Il sabato, nella Flat Track Cup, Cecchini aveva nei finlandesi Kenkkila e Koskinen i principali rivali per la conquista della medaglia d’oro, ma cadute e prove sottotono li hanno man mano estromessi dalle posizioni di vertice. Ne hanno approfittato Marzotto e l’inglese Brindley, rispettivamente secondi e terzi di serata, dietro a un’inarrivabile Cecchini che tiene i nervi saldi nelle tre partenze necessarie per portare a compimento i 12 giri previsti. Due cadute al primo e secondo start, hanno visto i protagonisti della finalissima ripartire per la terza volta con le posizioni acquisite al settimo giro, con Cecchini che da subito prende il comando e va a vincere comodamente, mentre Marzotto passa Brindley. Onore al merito alle due ragazze in gara, l’austriaca Poppenreiter e la spagnola Gibert Travessa, tutt’altro che intimidite nelle entrate in curva spalla a spalla con i rivali maschi.

Nel campionato italiano, disputato domenica pomeriggio, Cecchini fa man bassa di successi dalle qualifiche alla finale, nella quale prevale su Marzotto e sul compagno di team Fabrizio Vesprini, autore di una prestazione di assoluto livello. Come nel mondiale, le batterie che hanno visto scontrarsi Cecchini e Marzotto sono state avvincenti, così come i duelli Vesprini-Marzotto nella semifinale 2 e Cecchini-Moschini alla settima. Pirotecnica la batteria otto, una delle più combattute: l’austriaco Schruf prende il comando per tre giri, con Vesprini e Marzotto a inseguire. Il centauro berico, detentore del titolo, passa prima Vesprini, quindi Schruf, passando al comando della manche con lo stesso Vesprini che si prende la seconda posizione a scapito dell’austriaco. Gran festa a fine gara per Cecchini e il suo entourage, con una dichiarazione di addio (speriamo sia un arrivederci) alla competizione tricolore del prossimo anno, per concentrarsi su esperienze in Inghilterra e negli Stati Uniti.

Classifica gara FIM Flat Track Cup Gara 2: 1-Francesco Cecchini punti 30; 2-Marzotto 26; 3-Brindley 24; 4-Collins 22; 5-Birtwhistle 20; 6-Pucko 19; 7-Kenkkila 18; 8-Schruf 17; 9-Delestre 16; 10-Poppenreiter 15; 11-Koskinen 14; 12-Serra Sala 13; 13-Bomais 11; 14-Gibert Travessa 10; 15-Stella 9; Katzler 8

Classifica finale mondiale: 1-Francesco Cecchini punti 60; 2-Brindley 46; 3-Marzotto 44+3; 4-Kenkkila 44+R; 5-Collins 42; 6-Birtwhistle 39; 7-Koskinen 38; 8-Pucko 34; 9-Delestre 33; 10-Serra Sala 29; 11-Poppenreiter 28; 12-Schruf 27; 13-Bomais 25; 14-Galletti 23; 15-Stella 21; 16-Gibert Travessa 17; 17-Katzler 16; 18-Sijbring 9; 19-Coffigniez 6