Fuoristrada

Sale l’attesa per il Motocross delle Nazioni

A dieci giorni dall’inizio del Motocross delle Nazioni di Maggiora, si è svolta oggi presso lo storico impianto piemontese, la conferenza di presentazione del grande evento in programma il 24 e 25 settembre. Erano presenti i responsabili dell’impianto, Stefano Avandero e Paolo Schneider, il Sindaco di Maggiora, Giuseppe Fasola, il pilota della squadra Italiana che corse il Nazioni ’86 a Maggiora, Massimo Contini, e i presidenti dei Comitati Regionali FMI Piemonte e Lombardia, Vittorio Angela e Ivan Bidorini.

La 70° edizione del MXoN sarà una delle gare più attese dell’anno. Dove 30 anni fa si disputò il Trofeo delle Nazioni che aprì le porte al Motocross moderno, tra pochi giorni andrà in scena un grande spettacolo che si ripeterà anche nel 2021, così come da accordi tra Schava (la società di Schneider e Avandero) e Youthstream, organizzatrice del Mondiale Motocross.

“Siamo a 30 anni da quel lontano 21 settembre 1986”, ha detto oggi Avandero. “Aver ospitato tre edizioni del Mondiale MXGP ci ha aiutato per fare esperienza e perfezionare la macchina organizzativa. Questi mesi sono stati un crescendo, con tutti i più grandi nomi del Motocross mondiale che si sono uniti a noi per far crescere questa edizione del Nazioni”. Schneider, dal canto suo, ha spiegato: “E’ tutto pronto, la macchina organizzativa procede a pieno ritmo e non vediamo l’ora di goderci le emozioni che susciterà l’evento, con più di 50.000 persone attese che affolleranno il Park. Ci sono almeno 5 team che possono giocarsi la vittoria con gli USA e la Francia favoriti, gli outsider Belgio, Germania, Inghilterra, Olanda a giocarsi chance da podio e, ovviamente, la squadra italiana, capitanata dall’8 volte Campione del Mondo Antonio Cairoli, che con la carica del pubblico può regalarsi una grande impresa. Si correrà inoltre su un tracciato rinnovato e pensato per esaltare piloti e tifosi con diverse sezioni multi traiettoria per favorire i sorpassi”.

Contini, con le sue parole, ha rivissuto l’edizione del 1986: “E’ stata una gara mitica. Fu proprio l’energia che i tifosi riuscirono a trasmetterci che rese possibile la conquista del terzo posto dietro al Dream Team USA e alla fortissima Gran Bretagna”. Il Sindaco della località in provincia di Novara ha poi chiuso l’incontro: “Oggi Maggiora sale agli onori della cronaca mondiale grazie alla pista del cross. Ho anche apprezzato molto che Schava abbia deciso di riservare ai maggioresi il 50% di sconto sull’acquisto del biglietto per la gara”.

Al cancello di partenza del Motocross of Nations 2016 ci saranno ben 38 Nazionali, composta da tre piloti ciascuna di altrettante categorie: MXGP, MX2 e Open. L’Italia schiera rispettivamente Antonio Cairoli, Samuele Bernardini e Michele Cervellin. La formula è centrata su tre gare elettrizzanti: MXGP vs MX2, Open vs MX2 e MXGP vs Open.

In Italia la gara sarà trasmessa in chiaro su Italia 1 mentre chi sarà presente potrà godersi una serie di momenti speciali che vedranno come protagonisti i migliori campioni di motocross e supercross del passato: Ricky Johnson, Johnny O’Mara, David Bailey, Jean-Michel Bayle e tanti altri. Il momento clou sarà la speciale parata che vedrà gli idoli del passato dare il via alla manifestazione, in una passaggio di consegne simbolico ai grandi protagonisti del motocross di oggi.