Fuoristrada

Quadcross. Cesari protagonista

Doppietta a Cingoli nel 4° round dell'Italiano

Il Campionato Italiano Quadcross si fa sempre più emozionante. Dopo il quarto rond, andato in scena ieri a Cingoli (MC), Simone Mastronardi e Andrea Jr. Cesari sono separati solamente da 4 lunghezze: il primo comanda a 165 punti, il secondo – che nelle Marche ha ottenuto una grande doppietta – lo insegue a 161. La prova di Cingoli era importante anche per il Trofeo Connor Smith – pilota britannico scomparso nel 2013 sulla pista italiana durante il Quadcross delle Nazioni – istituito dal Moto Club e consegnato al primo classificato della categoria Elite (Cesari) e al miglior pilota inglese quad classificato (di tutte le categorie).

Cesari, veloce fin dalle prove, ha vinto gara 1 fronteggiando bene Nicola Montalbini – tornato nell’occasione al Quadcross per il Trofeo Connor Smith – che proprio all’ultimo giro ha avuto un problema alla sella che lo ha rallentato obbligandolo a cedere la seconda piazza a Simone Mastronardi e la terza al britannico Graham Murray. Nella seconda heat Montalbini è stato lasciato a piedi dal proprio quad mentre  era al comando. Ne ha approfittato ancora Cesari, vittorioso su Mastronardi e Murray, che hanno completato in quest’ordine il podio di giornata.

Nella Sport – la classe con più piloti al via, ben 16 – ha avuto la meglio Fabio Marchionni. In gara 1 si è assicurato subito la prima posizione senza mai abbandonarla, tattica adottata anche in gara 2. Pinoli e Alercia, secondo e terzo di giornata hanno corso belle gare. Nella JF250 ha vinto ancora Paolo Galizzi (otto successi in altrettante manche), nella Veteran si è imposto Rodolfo Salustri e nel Trofeo Centro Sud il migliore è stato Alessandro Fontanazzi.

Tra i Sidecar grande prestazione della coppia Compalati – Piana, che ha ottenuto due vittorie. In gara 1 hanno vinto su Bernardini – Bernardini e Grahame – Lloyd mentre Righi – Santolini (attualmente secondi in campionato) si sono ritirati dopo un atterraggio troppo violento e Pozzi – Ceresa hanno terminato al 10° posto a seguito di problemi tecnici. Nell’ultima gara  hanno tenuto dietro i britannici Grahame – Lloyd e Weet – Greensill, nonostante questi ultimi siano abituati a pioggia (caduta nella seconda heat) e fango. In campionato ora Compalati – Piana contano 200 punti contro i 152 di Mattoni – Corsini.