Loading...

Mondiale Flat Track. Boncinelli chiude secondo

Il talento azzurro Matteo Boncinelli conclude al secondo posto nel mondiale di Flat Track, vinto dallo spagnolo Gerard Bailo. Terza posizione per il pilota della Repubblica Ceca, Ervin Krajčovič, quarto il marchigiano Daniele Moschini.

A Boves (CN), nel tracciato TT con curve a destra e sinistra e un piccolo salto, la pioggia caduta poco dopo metà gara ha costretto la direzione di gara a sospendere, e poi terminare in anticipo, l’ultimo appuntamento stagionale del circuito iridato. Le posizioni di giornata sono state stilate alla batteria numero dodici, quando tutti i piloti avevano disputato tre manche. La vittoria di gara è andata all’argentino Matias Lorenzato, secondo l’olandese Menno Van Meer, terzo il tedesco Marcus Jell. Il settimo posto è stato sufficiente a Gerard Bailo per laurearsi campione del mondo, complice la giornata poco fortunata di Matteo Boncinelli, leader della classifica generale alla vigilia di Boves con quattro lunghezze di vantaggio sullo spagnolo. Nella seconda manche Boncinelli entra in contatto proprio con Bailo, caduta per entrambi ma viene comminata la squalifica dalla ripetizione della manche al diciottenne toscano. Nella sua seconda uscita, Boncinelli cade ancora, si rialza prontamente ma chiude al sesto e ultimo posto, arriva poi secondo nella batteria nove, dietro al tedesco Marcus Jell. Sarà ventesimo di giornata, con un solo punto guadagnato, che lo fa sfilare al secondo posto nella graduatoria iridata. La medaglia di bronzo va al ceco Krajčovič, nono in Piemonte, mentre Moschini è decimo e si deve accontentare della quarta posizione. Altri cinque italiani hanno preso parte alla quinta e ultima gara del mondiale: quarto posto per Gianni Borgiotti,  Daniele Tonelli, quindicesimo Marco Troiano, diciottesimo il giovanissimo Marco Paonessa, sedici anni, venticinquesimo Nico Sorbo. Assenti illustri per infortunio, come nelle tre precedenti gare, Francesco Cecchini e Kevin Corradetti, medaglia d’argento nel 2021.

Boncinelli commenta con amarezza la prestazione poco felice di Boves, quest’anno ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per riprovare a vincere il mondiale nella prossima stagione: “Sono ugualmente contento del secondo posto, si puntava al primo gradino del podio, ma è andata così. Nella prima uscita io e Bailo eravamo molto più veloci di Moschini, che ci precedeva, ho dovuto frenare bruscamente e Bailo è caduto. Voglio ringraziare in particolare la mia famiglia e il team manager Fabrizio Vesprini”.

Classifica di gara

1-Matias Lorenzato (ARG) punti 25; 2-Menno Van Meer (OLA) 22; 3-Marcus Jell (GER) 20; 4-Gianni Borgiotti (ITA) 18; 5-Daniele Tonelli (ITA) 16; 6-Adrian Garin (SPA) 15; 7-Gerard Bailo (SPA) 14; 8-Sebastien Jeanpierre (FRA) 13; 9-Ervin Krajčovič (RCE) 12; 10-Daniele Moschini (ITA) 11; 11-Eric Reverté (SPA) 10; 12-Jack Bell (GBR) 9; 13-Juan Oliva (ARG) 8; 14-Martin Sulzbacher (AUT) 7; 15-Marco Troiano (ITA)6; 16-Ondrej Svedik (RCE); 18-Marco Paonessa (ITA) 3; 20-Matteo Boncinelli 1; 25-Nico Sorbo (ITA) 0.

Classifica generale

1-Bailo punti 95; 2-Boncinelli 86; 3-Krajkovic 78; 4-Moschini 76; 5-Masatoshi Ohmori (JAP) 76; 6-Tonelli 65; 7-Reverté 65; 8-Garin 60; 9-Jell 56; 10-Lorenzato 55; 11-Jeanpierre 55; 12-Bell 44; 13-Van Meer 40; 14-Borgiotti 36; 15-Svedik 33.

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI