Fuoristrada

Under23 e Senior: Alvisi e Cominotto leader assoluti a Calvi

Anche quest’anno i due tricolori di categoria si aprono con il fango. Ad emergere fra tutti nella piovosa Calvi dell’Umbria, Lorenzo Alvisi tra i Senior e Vanni Cominotto tra gli Under.


 


I campionati Under23 e Senior sembrano non essere nati sotto una buona stella. Anche quest’anno, la prova d’apertura ha dovuto fare i conti con il maltempo che ha reso tutto più difficile nella umida cittadina di Calvi dell’Umbria (TR). Con le temperature gelide e la pioggia scesa nell’intera giornata di sabato si era pronosticato un remake dell’apocalittica Oliveto Citra (SA) delo 12 marzo 2006 con tre giorni ininterrotti di acqua, vento e addirittura grandine ed invece domenica al secondo giro è comparso a sprazzi un tiepido sole che ha rasserenato gli animi ed ottimizzato il pesante terreno di gara. La prova non ha comunque subito alterazioni solo qualche sottile modifica al percorso, regolare infatti l’andamento di gara nonostante i 307 partenti. Scattata alle 09.00 con il pilota elite Mirko De Felice (Ktm) si sono mantenuti i tre giri come da programma con un totale di sei prove cronometrate ridotte a cinque per i piloti della 50 Cadetti che non hanno preso il via nell’ultima enduro-test. Risultato da incorniciare e non poteva essere altrimenti per uno specialista del fango come lui, per il giovane friulano Vanni Cominotto, trionfatore nell’Under23 e più veloce in assoluto tra le carregge ternane che ha stoppato il cronometro a 28’22’’29 precedendo anche il senior bolognese Lorenzo Alvisi di 6 secondi.


 


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR (nati dal’83 al ’74)


ASSOLUTA: Non sorprende tanto il primo posto del portacolori di ENT XTEAM Alvisi, a cui vanno i meriti per aver mantenuto la leadership nonostante qualche scivolata e per esser salito sul primo gradino in sella alla sua Hm 450 “quattro t” leggermente svantaggiata nelle speciali umbre piuttosto corte e lente, quanto gli avversari giuntigli alle spalle. Ottimo secondo posto il toscano Luca Vecchi in sella all’Husqvarna 125 2t mentre lascia a bocca aperta il bronzo di Matteo Cravedi (HM TRS), il piacentino scoperto dal Trial David Fornaroli sui campi regionali. 


CLASSE 125 2T: E’ stato il primo a meravigliarsi alla notizia della sua vittoria. Vecchi, alfiere del moto club Foligno centra il suo primo successo nel tricolore, complice anche la scivolata all’ultima prova del bravo Cravedi che sfuma la vittoria per soli 7 centesimi. Terzo e con un gap di oltre 50 secondi il pilota di Cavallini Team Duccio Graziani. (HM)


CLASSE 250 2T: con il primo posto di ieri a Calvi torna a far parlare di sé il piemontese passato alla TM Andrea Cantinotti che strappa per quattro secondi la vittoria a Juri Simoncini (HM-Cavallini Team). Terzo il pilota del Motorando Carmelo “Melo” Mazzoleni (KL-Kawasaki).


CLASSE 250 4T: distacchi minimi anche in questa classe, davvero combattuta fino all’ultima curva. Con il tricolore in carica De Felice promosso a tabella rossa, la leadership la guadagna Giorgio Alberti (Ktm) già messosi in evidenza nelle ultime due prove lo scorso anno. Dietro il bresciano di Iron Racing Team il vice Marco Brioschi (Hm). Terzo posto, ma vale certo una vittoria, Paolo Carrara lontano dalle gare dal 2003 a causa di una brutta caduta che gli causò l’asportazione della milza e di un rene, e che solo ora ha deciso di riprendere da semplice privato in sella ad una Hm assistito dal club Motorando. Fuori dal podio, entrambi per un intoppo nell’enduro test i due protagonisti Manuel Bana e Giovanni Gritti.


CLASSE 450 4T: la lotta avviata nella stagione 2006 tra Alvisi, Bertolazzi e Maggi rivive un altro capitolo, con il campione in carica Alvisi che si conferma mattatore per 19 secondi su Angelo Maggi (Hm), mentre più attardato il portacolori bresciano di Husaberg Italia Stefano Bertolazzi.


CLASSE 500 4T: la prima prova è ad appannaggio del ligure Davide Dall’Ava (Ktm) che riesce a contenere il fiorentino Emanuele Minucci (Hm) tornato alle gare più determinato che mai. Terzo per un soffio il pilota di casa Glauco Ciarpaglini (Ktm).


Tra le Squadre inizia la zampata d’attacco da parte del moto club Gaerne (Peli, Bana, Alvisi, Casartelli) seppur di un solo punto sul Foligno. Mentre tra i team Indipendenti debutta al meglio nel tricolore, ossia con una bella vittoria il neonato IRON RACING TEAM (Lenzi, Alberti, Zanotti).


 


CAMPIONATO ITALIANO UNDER23: (Cadetti ’93-‘89/Junior ’88-’84)


ASSOLUTA: aveva aperto e chiuso l’assoluta 2006, andata poi a Oscar Balletti per costanza di risultati. Ieri Cominotto si è presentato in sella alla 125 2t e sul terreno da lui preferito ha sfoggiato grinta e destrezza portando al limite la piccola KL-Kawasaki firmata Racing Project e conquistando la prima assoluta stagionale, rilegando alle spalle il tricolore in carica, l’ufficiale HM-Zanardo Balletti, ieri apparso non certo al top delle sue potenzialità. Ottimo terzo il cadetto del Team Italia Husqvarna Mucci Michael Pogna che spinge fuori dal podio per un centesimo Maurizio Facchin (KL-Kawasaki R.P.)


CLASSE 125 2T CADETTI: podio firmato Team Italia, con Pogna a guidare per meno di un secondo sul collega azzurrino Davide Roggeri(Ktm Gp Motorsport).Terzo finisce il bergamasco Luca Marcotulli (Husky).


CLASSE 125 4T CADETTI: cavalcata trionfale per un altro pilota Team Italia Husqvarna Mucci anche se i pronostici parlavano già chiaro. Jonathan Manzi e la sua Ch Racing hanno nettamente dominato, anche se per la stagione si prospettano gatte da pelare con il veneto di Fantic Motor Eric Rebellato, ieri secondo. Terzo ma oltre un minuto Massimo Wolkow Mutti.


CLASSE 50 CADETTI: nomi nuovi cominciano ad affiorare. Lorenzo Gualtieri (Hm) con un totale di tre prove speciali vinte su cinque si aggiudica i primi 25 punti di stagione. Speranzoso secondo posto per il bravo siciliano Domenico Ricchiari (Beta) tricolore 2006 nel miniEnduro, mentre chiude il podio di Calvi Nicolò Mori (Beta).


CLASSE 125 2T JUNIOR: davvero inafferrabile Cominotto per il simpatico portacolori del Team Italia Mattia Traversi che regala un buon 2° posto a Ktm GP Motorsport. Inizia con un bronzo invece l’avventura tra le mulattiere per il crossista appuntato dal motoclub Sebino Massimo Mangini (Suzuki), veloce nel cross-test ma la guida troppo irruenta lo penalizza facendolo scivolare spesso tanto da totalizzare un distacco di oltre un minuto e 40 secondi su Traversi.


CLASSE 250 2T JUNIOR: non era certo il Balletti ammirato ed applaudito agli Assoluti d’Italia di Bussi sul Tirino (PE) ma è comunque riuscito a mettere tutti alle spalle dimostrando di avere una marcia in più rispetto ai suoi inseguitori. Secondo posto per Marco Pasquali (Ktm) tornata alla quarto di litro, mentre buon terzo finisce il bresciano Andrea Fossati (Suzuki).


CLASSE UNICA 4T: conquista finalmente la prima piazza del podio il trevigiano passato al verde Kawasaki di R.P. Maurizio Facchin che dovrà tenere d’occhio il giovane ligure Maurizio Gerini quest’anno tra le file del Team Italia davvero veloce in sella alla piccola Husqvarna 250 4t Mucci. Terzo a sorpresa Matteo Cantoni (Husqvarna), mentre fuori dai giochi Mirko Gritti, il rivale più temuto da Facchin per una rovinosa caduta in linea che ha messo fuori uso la sua Beta 450 4t.


LADY: con quattro vittorie e due secondi posti nelle sei prove speciali Anna Sappino (Ktm) si porta a casa i suoi primi 25 punti, mettendosi alle spalle Emanuela Balduzzi (Ktm) e la trialista Alessandra Sbrana (KL-Kawasaki R.P.) al debutto tra le fangose carregge e le scivolose mulattiere.


 


Con due primi posti ed un secondo La Marca Trevigiana (Cominotto, Coppola, Facchin, Rebellato) sale sul primo gradino del podio dopo un lungo digiuno tra le Squadre, mentre vittoria per il Mucci Racing tra i Team Indipendenti.