Fuoristrada

Supermoto – Gozzini e Van Den Bosch si aggiudicano il Gp d’Italia di Torino

Nella prova di apertura del Campionato del Mondo di Supermoto in programma al Lingotto di Torino, il campione italiano della specialità Davide Gozzini (TM) si aggiudica con un secondo e un primo posto la prova di casa della classe S2. E’ invece il transalpino dell’Aprilia, Thierry Van Den Bosch, a vincere la classe S1 davanti ai circa 16.000 spettatori.


 


Oggi il Lingotto di Torino ha incoronato i primi vincitori della stagione con il Gran Premio d’Italia di Supermoto classe S1 e S2 che si è disputato su di un tracciato appositamente allestito nei piazzali degli imponenti stabilimenti ex Fiat. Un circuito ben realizzato dagli uomini dell’organizzatore DBO e del promoter dell’intero torneo Youthstream, dallo sviluppo di circa 1.300 metri di cui 230 di fuoristrada, quest’ultimo scoperto solo con la bella giornata della domenica.


 


Hanno dominato la prova piemontese e quindi saliti in testa al campionato mondiale appena iniziato, il plurititolato pilota francese dell’Aprilia factory Thierry Van Den Bosch, grazie ad un secondo e un primo posto nelle due manche finali della classe S1, con il tedesco anche lui ex iridato Bernd Hiemer (Ktm Italia Team Miglio) che ha ottenuto nelle due frazioni un primo e un secondo posto.


Mentre il bresciano campione italiano in sella alla TM factory Davide Gozzini, si è aggiudicato il GP d’Italia della classe S2 anche lui sommando un secondo e un primo posto, con l’iridato francese Adrien Chareyre (Husqvarna CH Racing) che ha totalizzato una vittoria nella gara di avvio e un secondo posto nella ripresa.


Bene anche gli altri italiani nelle due classi con l’albense Attilio Pignotti (Ktm Italia Team Miglio) giunto terzo assoluto in S2 davanti ad un fantastico Luca Minutilli (Aprilia Team PMR-H2O) che è rimasto al comando della seconda manche per oltre metà gara. Seguono l’ordine assoluto il bolognese Massimo Beltrami (Aprilia-DRC) e il pesarese Lorenzo Mariani (TM-MRC).


 


Nella S1 il migliore è risultato il pesarese ex tricolore Ivan Lazzarini (Aprilia-DRC, che ha chiuso la giornata di gara piemontese al quarto posto grazie a due quarte posizioni. Anche il campione italiano Fabio Balducci (Suzuki-Lux Performance) ha offerto una bella prestazione con il positivo sesto posto finale.


Ma il Torino Motor Fest, l’evento che ha accolto la prova di motard, è stato molto bello e vario nei due giorni di apertura, richiamando circa 16.000 persone nel fine settimana. Spettacoli auto-motociclistici di vario genere, musica, show, prove di auto e moto oltre che la presenza importante della FMI che ha messo a disposizione tecnici e personale preparato a rispondere ad ogni tipo di domanda sull’attività agonistica, tutela del motociclista e persino corsi rapidi di avviamento all’uso della motocicletta per ogni fascia di età.


In programma nel piazzale riservato agli specialisti del motard, anche una prova del Campionato Europeo classe Open e S3, oltre alla prova di apertura del Trofeo Ktm.


 


In classe Open domina la prova torinese il grossetano del Team Lux Performance, Graziano Rispoli (Suzuki), grazie ad un secondo e un primo posto, mentre in classe S3 realizza il suo primo centro Alessandro Asnicar in sella ala sua Yamaha del Censi Moto. Infine il Trofeo Ktm che è stato dominato per la categoria Rookies da Marco Baldazzi in ragione di un primo e un secondo posto, mentre la Cupe è stata appannaggio di Mirko Andreoletti con due bellissime vittorie di manche.


 


CRONACHE


S1-GARA-1: il tedesco Bernd Hiemer (Ktm Italia Team Miglio) batte tutto nello sprint dopo il semaforo verde e affronta per primo la curva dopo il via davanti al britannico sempre più forte Mattheaw Winstanley (Ktm), l’altro ex iridato Thierry Van Den Bosch (Aprilia), il pesarese del team DRC Aprilia, Ivan Lazzarini, il transalpino Thomas Chareyre (Husqvarna), l’altro transalpino Maxime Testu del KL Kawasaki Supermoto, il bolognese campione italiano Fabio Balducci (Suzuki-Lux Performance). Senza cronaca la gara del battistrada tedesco che realizza dopo 19 giri sempre al comando la sua prima vittoria parziale della stagione, anticipando il francese numero 2 al mondo Van Den Bosch risalito dalla seconda, quindi Winstanley e il nostro Lazzarini penalizzato da una scivolata che ha visto coinvolto anche Chareyre, giunto alle sue spalle. In ripresa anche Balducci che chiude sesto precedendo Maxime Testu (KL Kawasaki), il progressivo Boris Chambon (TM Racing Factory), il pesarese Marco Dondi (KL Kawasaki).


S1-GARA-2: La ripresa mette subito in evidenza anche le doti dell’ex campione del mondo il francese ufficiale Aprilia, Thierry Van den Bosch, il quale anticipa tutti sin dal primo giro, davanti al tedesco Bernd Hiemer (Ktm), al transalpino Thomas Chareyre (Husqvarna), al britannico Matthew Winstanley (Ktm), al pesarese Ivan Lazzarini (Aprilia). Nelle prime tre posizioni si è assistito ad un inseguimento ravvicinato avvincente, ma alla fine della gara non ha prodotto nessun cambiamento rivoluzionario, così hanno chiuso dietro al vincitore Van Den Bosch, Hiemer e Chareyre, che si ritrovano in questo ordine anche in graduatoria di campionato. Prima posizione giù dal podio ma ugualmente positiva, per Ivan Lazzarini che anticipa Winstanley, Balducci e anche un migliore Chambon.


S2-GARA-1: Holeshot del campione del mondo S1 il francese ufficiale Husqvarna, Adrien Chareyre, sul bresciano della TM factory, Davide Gozzini, e il bolognese del team DRC Massimo Beltrami (Aprilia). Dietro transitano l’albense Attilio Pignotti (Ktm Italia Team Miglio), il frusinate Luca Minutilli del team PMR-H2O Aprilia, il belga campione del mondo in carica del CH Racing, Gerald Delepine (Husqvarna). Ai vertici poco è cambiato con il determinatissimo transalpino che ha portato la sua Husqvarna dritta alla prima vittoria stagionale, anticipando il nostro alfiere azzurro Davide Gozzini, quindi il sempre più determinato “Attila” Pignotti che anticipa il poliziotto Beltrami, e ancora Minutilli, Delepine e il britannico Christian Iddon (Aprilia).


S2-GARA-2: Sorpresa all’accensione del semaforo verde di questa seconda e conclusiva manche riservata alla classe S2, con il pilota pontino di Terracina che scatta per primo davanti ad Attilio Pignotti (Ktm), Adrien Chareyre (Fra-Husqvarna), il bresciano Davide Gozzini (TM), Lorenzo Mariani (TM), Christian Iddon (Aprilia). E’ stato grandissimo il laziale con la sua corsa davanti a tutti, ma al quattordicesimo passaggio l’inseguitore, intanto diventato Gozzini, ha approfittato di un’incertezza del pontino sul tratto sterrato ed è passato al comando, prontissimo anche l’iridato dell’Husqvarna che ha colto anch’egli al volo l’opportunità per portarsi alle spalle del battistrada. Bellissimo confronto ravvicinato tra i due di testa ma alla fine il bresciano l’ha spuntata ed ha colto la sua prima vittoria di stagione aggiudicandosi anche il GP d’Italia 2008 davanti ad un pubblico entusiasta e caloroso.


Posizione d’onore dunque per Chareyre che divide il podio della frazione conclusiva con un bravissimo Minutilli, quindi concludono Pignotti, Mariani, Gaspardone, Beltrami, Iddon.


 


CLASSIFICHE


S1 GARA-1: Bernd Hiemer (GER-Ktm) 19 giri in 19’54.845 e giro più veloce in 1’01.666; 2. T. Van Den Bosch (FRA-Aprilia); 3. M. Winstanley (GBR-Ktm); 4. I. Lazzarini (ITA-Aprilia); …6. F. Balducci (ITA-Suzuki); 10. M. Dondi (ITA-KL Kawasaki).


S1 GARA-2: Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia) 19 giri in 19’41.092; 2. B. Hiemer (GER-Ktm) giro più veloce in 1’00.749; 3. T. Chareyre (FRA-Husqvarna); 4. I. Lazzarini (ITA-Aprilia); 8. F. Balducci (ITA-Suzuki).


S1 ASSOLUTA E CAMPIONATO: 1. Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia) punti 47; 2. Bernd Hiemer (GER-Ktm) 47; 3. Thomas Chareyre (FRA-Husqvarna) 36; 4. Ivan Lazzarini (ITA-Aprilia) 36; 5. Matthew Winstanley (GBR-Ktm) 36; 6. Fabio Balducci (ITA-Suzuki) 28.


S2 GARA-1: 1. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna) 19 giri in 20’01.553 e giro più veloce in 1’01.737; 2. D. Gozzini (ITA-TM); 3. A. Pignotti (ITA-Ktm); 4. M. Beltrami (ITA-Aprilia); 5. L. Minutilli (ITA-Aprilia); 9. L. Mariani (ITA-TM); 10. E. Giovanelli (Husaberg).


S2 GARA-2: Davide Gozzini (ITA-TM) 19 giri in 19’52.709; 2. A. Chareyre (FRA-Husqvarna) giro più veloce in 1’01.395; 3. L. Minutilli (ITA-Aprilia); 4. A. Pignotti (ITA-Ktm); 5. L. Mariani (ITA-TM); 6. P. Gaspardone (ITA-Husaberg); 7. M. Beltrami (ITA-Aprilia); …10. E. Giovanelli (ITA-Husaberg).


ASSOLUTA E CAMPIONATO: 1. Davide Gozzini (ITA-TM) punti 47; 2. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna) 47; 3. Attilio Pignotti (ITA-Ktm) 38; 4. Luca Minutilli (ITA-Aprilia) 36; 5. Massimo Beltrami (ITA-Aprilia) 32; 6. Lorenzo Mariani (ITA-TM) 28.