Fuoristrada

Supermoto: a Gaspardone e Van den Bosh la prima giornata di Pomposa

L’astigiano Paolo Gaspardone (classe S2) e il francese Van den Bosch (classe S1) vincono a pomposa le prime manche degli Internazionali Supermoto. Domani le repliche.

 

Vento ma anche nuvole che continuavano a minacciare pioggia hanno accompagnato la giornata di avvio della quinta prova degli Internazionali d’Italia, poi finita con il sole, in programma da oggi sul circuito di Pomposa, e organizzata da DBO in collaborazione con la gestione della pista ferrarese.

Le gare si sono finite con una eccezionale vittoria dell’astigiano Paolo Gaspardone dopo essere passato al comando dal sesto all’ultimo giro in classe S2, e del francese Thierry Van Den Bosch davanti al primo degli azzurri e leader di campionato S1 Davide Gozzini.

Domani (domenica) si attendono le decisive repliche e la finale Internazionale con i migliori delle due classi in una grande sfida aperta.

 

LA CRONACA DELLE GARE-1

S1 GARA-1: L’holeshot dell’ex iridato della TM, Thierry Van Den Bosch (Team 747 Motorsport) ha subito fatto presagire una gara difficile per gli avversari, ad iniziare da Fabio Balducci (Suzuki), Fabrizio Bartolini (Husqvarna), Ivan Lazzarini (Honda), Massimiliano Verderosa (Honda), Eddy Seel (Suzuki-BEL), Edgardo Borella (Ktm).

Come anticipato, dunque, l’ufficiale TM “VDB” non ha avuto difficoltà a mantenersi davanti a tutti per tutti i 15 giri percorsi, precedendo sul traguardo un pur eccezionale Fabio Balducci (Lux Performance) che ai fini del campionato italiano ha conquistato per la prima volta quest’anno il massimo del punteggio.

Dietro alla coppia eccelsa, un terzetto fantastico che ha polarizzato l’attenzione ad ogni passaggio, con Fabrizio Bartolini (Team Pergetti) che comandava il trenino davanti al capoclassifica Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), Max Verderosa (HM TDS Faor) e Eddy Seel (Suzuki-Rigo Racing). Mentre la gara di Bartolini è andata via liscia sino alla bandiera a scacchi, che ha tagliato in terza posizione (poi però retrocesso di 5 posizioni per non aver superato le verifiche tecniche), dietro Verderosa ha commesso un errore ed è sceso di una posizione lasciando la contesa per il quarto gradino a Lazzarini e al belga Seel. A tre giri dalla fine la svolta con Lazzarini che viene superato da Seel, con quest’ultimo che però butta via tutto a causa di una scivolata.

Quarta posizione per Verderosa davanti al vicecampione del mondo Attilio Pignotti (Kawasaki-Nastedo), che torna al Supermotard dopo una positiva parentesi motocrossistica. Buone prove anche per Massimo Beltrami (Aprilia-Evolution) e Edgardo Borella (Ktm-Team Miglio).

S2 GARA-1: E’ un fulmine il capoclassifica Davide Gozzini (TM-747 Motorsport) che fa sua la migliore posizione all’uscita della prima curva dopo il via, lasciandosi alle spalle Paolo Gaspardone (Honda-TDS Faor), Adrien Chareyre (Husqvarna-Azzalin), Alberto Dall’Era (Ktm-Team Miglio), Lorenzo mariani (TM-MRC), Riccardo Peroni (Husqvarna-Oggiono), Luca De Angelis (TM-Bikers Racing Team).

Subito infuocata la lotta al vertice con Gozzini e l’inseguitore Gaspardone che già al mattino aveva mostrato la sua intenzione dopo aver staccato il miglior tempo. Infatti, al sesto giro una bella entrata interna permette all’astigiano “Gaspa” di passare al comando e senza timore di irriverenza mostrare a tutti quanta grinta e determinazione avesse intrappolate dentro.

Il bresciano leader di campionato ha giocato ogni sua carta per tornare al comando divertendo il numeroso pubblico presente con un duello accesissimo e corretto, ma alla fine Gaspardone è riuscito a conquistare quella vittoria che gli mancava quest’anno, anticipando sia Gozzini sia l’iridato Chareyre (fuori dai giochi per il tricolore), Mariani (poi retrocesso 8° per partenza anticipata), quindi Dall’Era, Alex Tognaccini (Aprilia-Sparks Reggello), Peroni, Riccardo Sconfietti (Honda-TDS Faor).

 

Il programma di domani

Intenso il programma delle gare nazionali e internazionali di domani, che si apre alle ore 09,10 con il via alla prima manche della S4-S5, poi le tre gare del monomarca, con Suzuki (questi per la seconda manche dopo la prima di oggi), Honda e Aprilia, quindi warm-up S2 e S1 e dalle 13,55 il via alle finali internazionali di queste ultime due classi. A seguire le premiazioni di S4, S5, S2, S1 con la giornata che si chiude, dopo le tre agguerrite finali dei monomarca Suzuki, Honda e Aprilia, con l’attesissima finale degli Internazionali d’Italia che vedrà al via i migliori protagonisti delle classi S1 e S2. Le premiazioni in coda metteranno la parola fine a questa quinta prova.

 

LE CLASSIFICHE

GARA-1 S1: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 15 giri in 18’34.092; 2. Fabio Balducci (Suzuki-ITA) giro + veloce in 1’13.425; 3. Ivan Lazzarini (Honda-ITA); 4. Massimiliano Verderosa (Honda-ITA); 5. Attilio Pignotti (Kawasaki-ITA).

GARA-1 S2: 1. Paolo Gaspardone (Honda-ITA) 15 giri in 18’34.776; 2. Davide Gozzini (TM-ITA); 3. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) giro + veloce in 1’13.307; 4. Alberto Dall’Era (Ktm-ITA); 5. Alessandro Tognaccini (Aprilia-ITA).