Fuoristrada

Supermarecross – I risultati della prova di Policoro

La spiaggia del Lido di Policoro ha ospitato la 3.a prova del Campionato Italiano Supermarecross 2007. Purtroppo un nuovo peggioramento delle condizioni meteo non ha favorito la manifestazione che, dopo il freddo intenso della vigilia, ha dovuto fare i conti con la pioggia, caduta a tratti, con il vento teso e con una temperatura ancora rigida.


 


In compenso la bellissima pista, un tracciato di 1.300 metri di sviluppo con una larghezza costante di 10 metri, e la qualità dell’arenile, al quale l’umidità ha attribuito un grip ancora migliore, hanno esaltato la competizione che è risultata spettacolare e combattuta come nella migliore tradizione del motocross su sabbia. Nonostante il tempo avverso, non è mancata neppure una bella cornice di pubblico.


 


Nonostante il numero non elevatissimo di concorrenti al via (alla fine i verificati sono stati 47 nelle tre classi, Minicross 85cc, MX1 ed MX2), il Supermarecross si conferma campionato di autentico respiro nazionale visto che i piloti presenti hanno rappresentato praticamente l’intera geografia motocrossistica del nostro paese.


 


Molto positivo il bilancio della trasferta in Basilicata anche sotto il punto di vista organizzativo: il Moto Club Overcross (che ha alle spalle un’esperienza di ben 8 anni di Supermarecross) e la FX Action hanno lavorato in perfetta sintonia facendo fronte senza eccessivi affanni anche all’emergenza – maltempo. Da sottolineare che, nell’intervallo delle 6 finali di domenica, la società toscana ha allestito la premiazione dei vincitori dell’edizione 2006 del challenge sulla sabbia alla quale sono intervenuti il vice-Presidente vicario della FMI, Alberto Morresi, ed i rappresentanti dei comitati regionali di Basilicata e Calabria.


 


I vincitori di Policoro sono il mantovano Nicolò Zinetti (KTM) nella categoria minore, il toscano Marco Maddii (KTM) nella MX2 ed il marchigiano Alex Cinelli (Honda) nella MX1. Già messosi in evidenza ad Anzio ed a Giardini Naxos, il tredicenne Zinetti ha approfittato dell’assenza del toscano Albertoni, finora dominatore della categoria, per mettere a segno una brillante doppietta e passare in testa al campionato. La classifica assoluta vede al secondo posto il calabrese Claudio Zagarella (KTM), pilota regolare che ha saputo far fruttare al meglio la sua prova, ed al terzo il romano Enrico Marinelli (KTM) che si è classificato 2° nella prima manche davanti al compagno di team Luca Milani, fratello minore di Mirko. Nella seconda frazione Marinelli e Milani sono partiti molto bene ma si sono agganciati, hanno impiegato del tempo a ripartire ed hanno così pregiudicato il risultato finale. Così, nella frazione conclusiva, il secondo posto è andato a Zagarella ed il terzo al pilota di casa Salvatore Buongiorno (KTM).


 


Marco Maddii ha inanellato la seconda doppietta consecutiva dopo Giardini Naxos: autore della pole position, il toscano pensava di doversi guardare soprattutto dal marchigiano Marco Animento (Suzuki) e invece l’andamento della gara ha fatto emergere la sorpresa Giovanni Bertuccelli (Kawasaki), di Messina, e, in parte, Elia Zinetti, fratello di Nicolò. Nella prima manche è partito bene il calabrese Aldo Dotti seguito da Maddii, Animento e Bertuccelli. Poi Maddii è rimasto coinvolto nella caduta di un doppiato, ha perso un paio di posizioni, a vantaggio di Dotti e Animento, ma ha recuperato ed ha vinto al termine di un vivace duello. Al secondo posto si sarebbe classificato Dotti che è stato però estromesso dall’ordine d’arrivo per non aver “preso” la bandiera a scacchi mentre 3° è giunto Animento. Nella seconda frazione Maddii è apparso più concentrato, ha evitato rischi ed errori, ed è andato a vincere, per distacco, su Animento e Dotti. Buon quarto l’under 20 Bertuccelli che è riuscito così a salire sul gradino più basso del podio. A Maddii è stata consegnata la tabella rossa del leader del campionato.


 


Niente da fare contro uno scatenato Alex Cinelli (Honda) nella MX1: il marchigiano si è trovato a meraviglia sul velocissimo circuito lucano e, dopo aver centrato la pole position, si è imposto in entrambe le manche. Il pilota del Team Pardi ha preso il largo con facilità ed è risultato praticamente inarrivabile. Il torinese Stefano Dami (Suzuki) ce l’ha messa tutta ma è apparso un po’ penalizzato dalle partenze non brillantissime ed anche da una scivolata nella seconda frazione. Comunque il secondo gradino del podio è stato tutto suo mentre sul terzo è salito un altro outsider, il diciassettenne comasco Andrea Balboni (Honda), compagno di team di Cinelli, che ha incasellato prima un quarto poi un terzo posto. Nella manche d’apertura il terzetto di testa è stato completato dal ragusano Andrea Giglio (KTM), diventato beniamino del pubblico quando, nella seconda frazione, dopo uno stop alla prima curva e diversi tentativi per far ripartire la moto, è riuscito a rimontare dall’ultimissima alla quarta posizione. Anche a Cinelli è stata consegnata la targa rossa del capoclassifica.


 


Come già annunciato la 4.a prova del Campionato Italiano Supermarecross, in calendario il 22 aprile a Francavilla a Mare, è stata annullata per problemi burocratici; il tricolore riprenderà dunque il 25 aprile con la gara di Fermo.