Motitalia

Motitalia di Marzo L’editoriale del Presidente Sesti

  Quattro punti per affrontare il presente ed il futuro

 

La stagione è finalmente ricominciata. Ed è un nuovo inizio anche per Motitalia che torna in forma nuova e più aggiornata con l’intenzione di continuare ad essere la “voce” per tutti i nostri tesserati e non solo. Un mensile che, per stare al passo con i tempi e interpretare le nuove esigenze della stessa FMI, si lancia nella Rete per far capire in modo ancora più rapido ed efficace, chi siamo e cosa facciamo. Mentre già i motori rombano fra gare e test , il presente e l’immediato futuro continuano ad essere complicati, o per meglio dire, interessanti. Dallo scorso dicembre 2012, è partito un nuovo quadriennio con quattro punti programmatici sui quali voglio tornare per ribadire come la Federazione Motociclistica Italiana voglia essere protagonista e competitiva nonostante la crisi economica che grava sulla società e sul nostro settore. Prima di tutto però non possiamo prescindere dalla passione che ci anima tutti e dimostrare con i fatti di essere vicini ai motociclisti ed alle loro esigenze, rilanciando in modo concreto l’attività di base. Per realizzare i nostri ambiziosi propositi, nella dichiarazione programmatica, ho individuato quattro parole chiave che saranno il percorso, la nostra “road map”, per i prossimi quattro anni.

Riprogrammare In termini pratici e senza molti giri di parole questo vuol dire una diversa distribuzione di alcune risorse aumentando gli investimenti e le quote destinati all’attività territoriale e promozionale.

Rinnovare Vorrei, alla fine del mio mandato, lasciare una FMI profondamente modificata con l’introduzione di forze nuove e giovani. Quindi un processo di formazione di nuovi quadri, ad iniziare dalla struttura centrale e territoriale con maggiore supporto ai Comitati Regionali ed ai Moto Club nei problemi organizzativi e soprattutto nei rapporti con le Istituzioni.

Riorganizzare Siamo consapevoli dell’esigenza di trovare soluzioni per velocizzare le procedura per il rilascio del certificato di iscrizione al Registro Storico; stiamo approfondendo il problema, che allo stato attuale non si può risolvere, come molti pensano , con un semplice decentramento. Sarebbe troppo semplice e facile! Stiamo studiando un progetto più articolato che passerà attraverso alcune fasi intermedie; nel frattempo siamo davvero in dirittura d’arrivo con il Pacchetto Vintage che comprende anche una Polizza Assicurativa RC.

Condividere Quanto fatto per il Registro Storico vuole essere il preludio a quel sogno nel cassetto che da tempo inseguiamo ovvero, una polizza anche per moto moderne. Questa esigenza viene da precise indicazioni che arrivano dal territorio.

Di questa condivisione, di questi obiettivi comuni abbiamo bisogno e per fare in modo che questi sogni diventino realtà abbiamo bisogno di una Federazione ancora più snella e veloce. In questo momento ci sono davvero tanti “cantieri” aperti ma vorrei arrivare ad un serio e concreto consolidamento della FMI tutta. Come se non bastasse, è già iniziato il “countdown” verso la Sei Giorni di Enduro 2013 che ci vedrà protagonisti in Sardegna alla fine del prossimo settembre. Un evento sul quale stiamo lavorando da più di un anno con un ottimo rapporto di collaborazione con le Istituzioni  locali e regionali e che vedrà all’opera oltre 300 persone. Abbiamo già una Federazione forte, adesso puntiamo ad una FMI ancora più forte.

                                                                              Paolo Sesti

Presidente Federazione Motociclistica Italiana