La Prima tappa del Rally dei Faraoni Cairo-Baharija

Prima Tappa: Cairo – Baharija – Trasferimento: Km 56,35 – Speciale: Km 332,17 – Trasferimento: Km 0,49 – Totale: Km 389,24


 


E’ una tappa “classica”, necessaria per allontanarsi dal Cairo in direzione delle oasi, preziosa per “scaldarsi i muscoli” in quanto le difficoltà sono graduali e ben modulate. Si esordisce con una pista visibile, ben tracciata, ma con parecchie ondulazioni cui bisogna fare attenzione, il road book è di aiuto ma bisogna guidare a vista e non sempre gli ostacoli sono ben visibili.


 


Prima tappa del Total Pharaons 2008 caratterizzata dal gran caldo, 42 gradi all’Oasi di Baharija. Tra le moto il francese David Casteu impone fin da subito il proprio ritmo. Ottimo terzo il nostro Oscar Polli. Tra le auto la vittoria va a Carlo Degavardo davanti a Christian Lavieille e Patrick Sireyjol. Tra i camion vince Claudio Bellina.


 


Le piramidi di Giza hanno fatto da sfondo questa mattina alla partenza dell’11° Total Pharaons Rally, terza prova del Mondiale Cross Country. Alle 7 in punto David Casteu è stato il primo a partire, seguito da altri cento motociclisti e da trenta tra auto e camion. E’ stata una prima tappa molto dura, a causa del gran caldo che da metà mattina ha reso incandescente l’Oasi di Baharija, sede del primo bivacco del Pharaons.


 


Molti i motociclisti che hanno sofferto, sia la calura che i primi difficili passaggi sulle dune. Favorito della vigilia, il francese David Casteu (KTM) ha subito impresso un ritmo impressionante alla sua gara, vincendo questa prima speciale con un vantaggio di oltre cinque minuti sul compagno di team, l’olandese Frans Verhoefen (KTM). Ottimo terzo Oscar Polli (KTM), entrato in gara fin da subito con una perfetta prova speciale, che ha contenuto il distacco da Casteu in sette minuti. Buona gara anche per il giovane polacco Jakub Przygonsky, quarto a 12’40’’ dal vincitore. Quinta posizione per Matteo Graziani, da sempre poco amante della prima tappa del Faraoni. Dietro al pilota della KTM « griffata » Alfa Romeo, un trenino di 450. Apre la fila Luca Manca con la debuttante TM, seguito dalle altrettanto debuttanti Aprilia RXV Africa di Alex Zanotti e Paolo Ceci. Ottimo inizio per le moto italiane che hanno sicuramente portato una ventata di novità in un ambiente normalmente monopolizzato da KTM.


 

Domani la seconda tappa, la Baharija-Baharija di ben 599 chilometri. La prova speciale partirà da poco lontano il bivacco per dirigersi vero l’Oasi di Farafra. Dopo 442 chilometri di prova speciale i piloti torneranno a Baharija con un trasferimento di 153 chilometri.

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI