Motociclismo

La FMI e la collaborazione con i Team

La Federazione Motociclistica Italiana ha ricevuto comunicazione della volontà di alcuni Team presenti nel settore velocità nazionale  di costituire un’associazione sportiva motociclistica denominata “Lega Motoracing”, per la quale è stata convocata un’apposita assemblea costituente. 


 


Dall’esame dell’ipotesi di statuto proposto si evince, però, come i soggetti costituenti sarebbero, in realtà, associazioni e società interessate all’attività motociclistica di diversa natura sportiva e giuridica quali moto club, team e scuderie. Tra questi vi sarebbero anche soggetti non affiliati alla FMI.


 


Il riconoscimento di detta associazione così come strutturata non è, dunque, ammissibile in base alle vigenti norme dell’ordinamento sportivo.


 


Inoltre si rileva come l’oggetto sociale della associazione, così come definito nella bozza di statuto pervenutaci, appaia non dissimile da quello proprio della FMI. Così come strutturata, pertanto, la costituenda associazione appare più come un’inaccettabile alternativa alla FMI che un’associazione di categoria a tutela degli interessi dei soggetti aderenti.


 


Pertanto si ribadisce come, sulla base delle vigenti leggi dello Stato, dello Statuto dell’ente pubblico Coni, la FMI sia l’unica Autorità deputata e riconosciuta a disciplinare, regolare e gestire l’attività sportiva motociclistica nel territorio nazionale ed a rappresentarla in campo internazionale.


  


Proprio in virtù di questo ruolo ed in relazione al progetto di gestione diretta del Campionato Italiano Velocità 2009 e di ristrutturazione del settore, la FMI ribadisce, ancora una volta, l’importanza della collaborazione con tutti i Team che rappresentano una componente fondamentale per la crescita e lo sviluppo del settore in armonico coordinamento con i Moto Club organizzatori, i Piloti, le Industrie e gli Sponsor.


 


Con l’occasione si comunica altresì che la FMI parteciperà alla consueta riunione dei Team convocata dall’attuale promotore in occasione della prossima gara del CIV a Vallelunga per illustrare le linee guida del progetto 2009.


 

Paolo Sesti


Presidente


Federazione Motociclistica Italiana