Fuoristrada

Internazionali Supercross. La prima di Carpi

Gli specialisti della disciplina regalano spettacolo

Da anni la pista di Carpi ospita gare di alto livello della specialità e anche in questo 2016 gli organizzatori non si sono smentiti e hanno ospitato la prima prova del Campionato “Internazionali d’Italia di Supercross”. Sabato sera, al calar del sole, gli specialisti del Supercross si sono sfidati per la vittoria assoluta davanti al numeroso pubblico accorso, nonostante la concomitanza Internazionale che ha tenuto l’Italia calcistica davanti alla TV.

Le prove libere e cronometrate si sono disputate durante la giornata sotto un caldo sole, mentre tutte le manche valide per il punteggio in classifica hanno preso il via in serata con le temperature decisamente più favorevoli, sia per i piloti che per il pubblico sulle tribune naturali intorno al circuito.

Un tracciato molto tecnico, che ha fatto emergere le caratteristiche dei piloti e che ha esaltato le capacità dei migliori. Infatti il Supercross è una delle discipline del fuoristrada più importanti per i futuri campioni (non dimentichiamo che da Cairoli a molti altri si sono sempre preparati su questa tipologia di piste).

SUPERCROSS – Una bellissima battaglia in questa categoria tra due protagonisti italiani: Marco Maddii (Husqvarna) e Angelo Pellegrini (Suzuki), che nelle due manche valide per il punteggio assoluto si sono divisi il gradino più alto, conquistando una manche a testa. La vittoria di giornata è andata al pilota della Husqvarna Maddii grazie ad un primo nella seconda frazione e un terzo nella prova di apertura; mentre Pellegrini in sella alla Suzuki si è dovuto accontentare (si fa per dire) del secondo gradino del podio con una vittoria e un quarto posto; ora i due nella classifica di campionato sono separati solo da 2 punti e già dalla prossima prova siamo certi che sarà una bella lotta. Entusiasmanti tutte e due le gare dove nessuno dei piloti si è risparmiato dando spettacolo con spettacolo con salti mozzafiato e sorpassi avvincenti. Terzo assoluto grazie a due secondi posti il francese Simon Mallet (Honda), che ha dato prova di una grande capacità di guida, lasciando scorrere molto la sua Honda sulla pista di Carpi, ma non riuscendo mai in queste frazioni a trovare il giusto ritmo per attaccare gli italiani al comando. Quarto assoluto Matteo Bonini (KTM) con un quarto e un terzo posto, che hanno permesso al pilota della KTM di essere a sole 8 lunghezze dal leader assoluto.

SX LITES – Filippo Zonta (Honda) è riuscito ad aggiudicarsi questa prima prova degli Internazionali d’Italia della categoria riservata a moto fino a 250 4 Tempi grazie ad un sorpasso ai danni di Francesco Muratori (Suzuki) circa a metà gara. Il vincitore in sella alla sua Honda ha attaccato fin dai primi giri il portacolori della Suzuki e ha saputo imporre un buon ritmo di gara e dopo aver superato il suo avversario ha allungato arrivando con quasi due secondi di vantaggio. Terzo Lorenzo Camporese (Honda) che ha sempre mantenuto il contatto con i primi, ma senza mai riuscire a mettere la sua Honda davanti agli avversari e andando così a completare il podio di giornata. Quarto Alberto Forato (Honda) partito intorno alla settima posizione e risalito grazie ad una condotta di gara grintosa ed efficace.

SX JUNIOR 125 – Hanno lottato per tutta la manche Andrea Zanotti (KTM) e Paolo Lugana (TM) e sono arrivati distanziati di meno di un secondo l’uno dall’altro. Il San Marinese della KTM si è aggiudicato la gara imponendo un buon ritmo fin dalla prima curva, prendendo il comando e non lasciando più la posizione; alle spalle del leader della corsa il pilota della Tm Lugana che ha lottato per tenere la seconda piazza, mentre terzo assoluto Kevin Cattaneo (Suzuki) che ha saputo sfruttare bene la sua Suzuki mantenendo questa posizione fin dal via. Ottima prestazione per Nicolò Folli (Yamaha), che ha rimontato dalla decima posizione dopo la prima curva fino al quarto posto; il portacolori della Yamaha ha superato i suoi avversari dopo un via poco brillante e ha saputo arrivare ad un soffio dal podio.

SX JUNIOR 85 – Bellissima batteria combattuta fin dal primo giro dai due giovani protagonisti: Alberto Barcella (Husqvarna) e Mirko Valsecchi (KTM). Barcella è scattato molto bene, conquistando la testa del gruppo dopo la prima curva, ma il suo contendente alla vittoria Valsecchi non ha mollato, rendendo difficile la fuga al leader della corsa. Dopo due giri Barcella è stato superato dal pilota della KTM che ha cercato poi di respingere gli attacchi del suo antagonista, che non ha ‘gradito’ il sorpasso. Verso la fine della gara il pilota della Husqvarna ha trovato lo spunto vincente e si è ripreso la prima posizione respingendo l’avversario fin sotto la bandiera a scacchi. Ultimo gradino del podio per Andrea Bonacorsi (KTM) che ha mantenuto la terza posizione fin dal via e ha controllato i suoi avversari.

SUPERFINALE – La serata del 31° Carpi Night Show si è conclusa con una gara avvincente e combattuta, che ha infiammato gli spettatori che hanno assistito a questo meraviglioso spettacolo di Supercross. I migliori piloti di giornata si sono sfidati in questa avvincente batteria che ha visto all’abbassarsi del cancelletto di partenza scattare velocemente Matteo Bonini, seguito prima da Marco Maddii, partito secondo, e poi da Simon Mallet, risalito dalla quinta/sesta posizione dopo il via. Il francese aveva già dimostrato nelle manche precedenti di avere un buon ritmo di gara e al quarto giro ha trovato il varco giusto e ha infilato Bonini, dopo aver avuto la meglio già su Maddii, portandosi al comando. Il transalpino ha allungato, lasciando i due italiani a combattere per la seconda piazza conquistata da Bonini.

Il prossimo Round di questo spettacolare e avvincente campionato è previsto a Verolanuova (BS) il 23 luglio.