Fuoristrada

Internazionali d’Italia MX – FIAT SCUDO Series: #3 Round Ponte a Egola (PI)

Ponte a Egola (PI) – Mancano meno di 24 ore dal via delle primissime prove libere e tutto lo staff dell’Off Road Pro Racing, promoter degli Internazionali d’Italia MX – FIAT Scudo series, coadiuvato dall’importante collaborazione del MC Pelli Corse, si prodiga per predisporre il tracciato di Santa Barbara nelle migliori condizioni per pubblico e piloti. Nelle ultime due gare si è potuto assistere ad un progressivo incremento di pubblico che, speriamo, possa proseguire anche in questa tappa e possa godere del bel tempo. Visti gli ottimi risultati della scorsa tappa, abbiamo intervistato i “numeri due” del massimo campionato nelle varie categorie, intenzionati a strappare un ottimo risultato per la stagione. Nella Under 19 abbiamo avuto modo di parlare con Giò Di Palma (Gariboldi Racing Team), mente nelle classi superiori con Manuel Monni e Alex Salvini, tutti e due del Team 3C Racing. Manuel Monni, in seconda posizione nella MX2, ci confida a qualche giorno di distanza dalla seconda tappa: “Battere Cairoli è stata una sensazione stupenda, quasi un sogno. L’ho realizzato bene solo dopo, quando sono tornato a casa. Lì in pista c’era concitazione e subito non ho realizzato bene… In gara sentivo la sua pressione, ma ringrazio il pubblico di casa, è stato anche grazie a loro se sono riuscito a rimanere in testa senza fare errori. Sono in ottimo stato di forma, tengo un buon ritmo e la preparazione invernale è stata perfetta, senza infortuni. Ora mancano poche ore a Ponte a Egola e sono concentrato per questa gara. Mi rendo conto che Tony è partito male, ma io sono convinto delle mie doti. Sono contento di essere nel mio Team, mi trovo bene anche con Alex (Salvini, N.d.A.) e desidero ringraziare tutti gli sponsor e la mia squadra. Spero di poter duplicare i risultati di Castiglione del Lago.” La nostra intervista prosegue poi con Alex Salvini, alle spalle di David Philippaerts, leader della MX1: “Abbiamo lavorato molto, a 360°, sia sul mio stato di forma che sulla moto. Nella prima tappa di Montevarchi avevo un risentimento ad ginocchio dolorante a seguito di un impatto nelle prove e, se analizziamo la scorsa annata, sono andato bene nelle prime tappe forzando un pochettino e poi mi son fatto male rovinando la stagione. Quest’inverno sono stato negli USA per allenarmi ed ero un po’ in ritardo nella preparazione. Sono secondo a soli 14 punti e va bene, punto a fare una stagione regolare, senza sbagliare e rimanere tra i primi, non concedere nulla a David. Sarà dura, lui ha la moto ufficiale, ma anche io ho una bella moto, abbiamo lavorato su sospensioni e motore ed è una moto che non ha nulla da invidiare alle factory. Ho visto che il distacco a Castiglione si è assottigliato e ho ancora del margine di miglioramento. Passo passo, coi giusti tempi, sto lavorando col mio programmatore atletico per migliorare il mio stato di forma. Punto ad una stagione in cui limitare gli errori, rimanendo tra i migliori e spero di crescere progressivamente. Ringrazio l’Off Road Pro Racing per il lavoro encomiabile. Le piste sono sempre a posto, e anche le tempistiche di gara sono ottime, gli orari sono sempre rispettati, col giusto mix tra spettacolo e tempi di riposo. Il Warm-Up ha i tempi cronometrati e quindi gli spettatori possono godere dello spettacolo tutto il giorno e gli orari, con le giuste pause, permettono al pubblico di girare nei paddock. Vorrei aggiungere inoltre che sto molto bene in squadra con Manuel (Monni, N.d.A.), c’è un buon affiatamento tra me e lui, col team manager ed i meccanici. Ci alleniamo assieme, cerchiamo di migliorare assieme e spero che possiamo vincere assieme.” Bene, siamo sicuri che il Team 3C è in una fase importante e vi facciamo un grosso in bocca al lupo per la stagione e noi continuiamo la nostra intervista con la Under 19 dove troviamo il giovane Di Palma che sottolinea: “Arrivo da una sconfitta, ma sono più motivato per la vittoria. La settimana scorsa non stavo molto bene, ero influenzato, ma ora mi sento in piena forma, conto di tenere tutti i giri lo stesso ritmo. Con moto e Team c’è un ottimo feeling, mi sento bene, sono in buon stato di salute. Quest’anno ho lavorato molto per migliorare la partenza che l’anno scorso mi penalizzava e ora ho tutte le carte in regola per fare un bella stagione.” Bene, anche a Giò vanno i nostri migliori auspici di un bel 2007. Il programma di gara di Ponte a Egola, dove ci aspetta uno stupendo weekend di passione per le ruote artigliate, prevede il via il sabato mattina dalle ore 9.30 con le prove libere, per passare alle qualifiche alle ore 14.00 e la domenica la prima manche sarà alle ore 10.50.