Motitalia

In arrivo Motitalia di Novembre 2010 – Leggi Editoriale e Sommario

Spedito a tutti i Tesserati e a tutti i Moto Club affiliati alla Federazione Motociclistica Italiana.

Editoriale

Motitalia Novembre 2010 – Rivoluzione SMS

L’aumento delle tariffe assicurative porterà nel 2011 a modificare il modo di usare Tessera Sport e Licenza, in allenamenti e prove libere. serviranno attenzione e collaborazione dei Tesserati.

All’inizio del secolo scorso, si andava in moto per divertimento. Il mezzo era totalmente nuovo, utilizzarlo era eccitante. Nel dopoguerra si usava per necessità: c’era una forte richiesta di mobilità, bisognava andare al lavoro, i soldi erano pochi, le automobili rare.

La domenica poi c’erano le gare: i piloti si divertivano (i migliori potevano anche guadagnare bene); alla gente piaceva l’ardimento; nascevano gli “eroi” in cui identificarsi.

Poi le moto si sono sviluppate in modo rapidissimo e sorprendente. Allo stesso modo si sono evolute le gare. Oggi tutti i Campionati del Mondo rappresentano la massima espressione di tecnica motociclistica e capacità guida.

Nelle gare “minori”, però, non dovrebbe esserci così tanta esasperazione, e prevalere invece la voglia di divertirsi. Non è sempre così. I giovanissimi hanno spesso alle spalle genitori manager che non vedono l’ora di diventare famosi (e ricchi?) grazie a figli ritenuti campioni. Ma nemmeno i piloti più “maturi” riescono a divertirsi soltanto, causa l’esasperata caccia alla vittoria. “Voglia di vincere” che si riversa anche in  allenamento: è sempre necessario essere più bravi degli altri. Tanta attività, svolta magari senza tutta la necessaria preparazione, fa aumentare di molto il numero di sinistri in prove libere ed allenamento. E allora, alcune volte, scatta la voglia di “vincere” anche contro la Compagnia di Assicurazione: corretta o no che sia la richiesta di risarcimento, tutti abbiamo un amico avvocato pronto a dare una mano “per farci prendere i soldi”.

L’aumento imprevisto del numero di infortuni, soprattutto in allenamento, ha fatto sì che la Compagnia di Assicurazione che copre i nostri rischi abbia chiesto un “pesante” adeguamento del premio annuale. Come ho già scritto anche il mese scorso, buona parte lo assorbiremo con risorse reperite all’interno del bilancio federale, sia pure riducendo altre spese che sarebbero invece importanti per lo sviluppo della Federazione. Una parte, una sorta di “rimborso”, dobbiamo però chiederlo a Voi, attraverso Tessere e Licenze.

Vogliamo però provare a capire meglio perché ci troviamo di fronte a tanti infortuni. Ecco dunque la “Rivoluzione SMS”, di cui leggete nella pagine successive, in contemporanea con l’apertura della Campagna di Tesseramento 2010. Scatta un modo nuovo di utilizzare la Licenza o la Tessera Sport, in prove libere ed allenamenti, per chi vuole usufruire delle coperture assicurative collegate. Di fatto, chiediamo ai Tesserati maggiore impegno, pazienza ed attenzione. Un passo ormai indispensabile, che ci aiuterà ad evitare problemi maggiori.

Siamo in grado di fornire ai nostri Tesserati un’ottima copertura assicurativa (la Licenza e la Tessera Sport sono soprattutto questo: un’ottima polizza assicurativa), che permette agli appassionati di svolgere con grande tranquillità l’attività che alimenta la loro passione. Vogliamo continuare a fornire questo servizio e questo livello di qualità.

Paolo Sesti

Clicca e leggi il sommario di Motitalia di Novembre 2010