Fuoristrada

Il Presidente FMI Copioli alla Sei Giorni di Enduro

Il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Giovanni Copioli, e il Segretario Generale, Alberto Rinaldelli, martedì 30 agosto sono giunti in Francia per sostenere la Maglia Azzurra durante la Sei Giorni di Enduro, in corso a Brive la Gaillarde fino al 2 settembre. Entrambi stanno seguendo le squadre italiane lungo le Prove Speciali e vivendo la FIM ISDE insieme alla squadra.

Presidente, questa è la sua prima Six Days alla guida della FMI.

Sì, e proprio per questo motivo non volevo mancare. Sono arrivato martedì, ma già domenica, a poche ore dalla gara, avevo contattato telefonicamente la squadra per incoraggiare i piloti e lo staff. Purtroppo nel corso della competizione ci sono stati degli imprevisti (prima il problema al freno posteriore di Redondi, poi la microfrattura al polso sinistro per Oldrati) ma vedo che i ragazzi stanno continuando a dare il massimo. Il Moto Club Italia è al comando e gli Junior sono in lotta per il vertice con i francesi. Bisogna riconoscere che i transalpini sono molto veloci in tutte le categorie. Bene anche le ragazze, capaci di essere concrete.

Parlando di attualità, recentemente ha pubblicato una lettera aperta nella quale ha richiamato l’attenzione sulle conseguenze derivanti dalle modifiche agli articoli 2, 3 e 194 del Codice della Strada, votate dalla IX Commissione Trasporti Camera, con cui le strade costituite dai sentieri e dalle mulattiere, minori o uguali a 2,5 metri di larghezza, si vorrebbero destinare esclusivamente al passaggio di pedoni, velocipedi (biciclette) e animali.  Come possono influire i risultati sportivi nel dimostrare quanto sia importante il fuoristrada – anche amatoriale – in Italia?

Bisogna capire che praticare l’offroad, in particolare l’Enduro, è uno sport come gli altri. E come avviene in diverse discipline, anche in questa l’Italia può vantare dei Campioni del Mondo e piloti di alto livello. Ci meritiamo quindi di poterlo esercitare, rispettando sempre il territorio, l’ambiente e il prossimo. Come già sottolineato nei giorni scorsi, Andrea Verona – Campione del Mondo Enduro Youth 2017 – ha bisogno della terra per allenarsi così come Federica Pellegrini ha bisogno dell’acqua per nuotare.

Lei è un Presidente con la Licenza. Ha mai pensato di partecipare alla Sei Giorni?

Sarebbe stato bello, ma troppo impegnativo soprattutto dal punto di vista del tempo a disposizione. Come FMI siamo impegnati su molti fronti e purtroppo non riesco ad andare molto in moto.

Nella foto: il Presidente FMI Giovanni Copioli (al centro) con i piloti della Maglia Azzurra impegnati alla ISDE nel Trofeo e, a destra, il Coordinatore Nazionale Enduro FMI Franco Gualdi