Motociclismo

GUE – Circolare n° 3 – 2009

Carissimo Direttore,
questa circolare è la terza del 2009.

In questo numero parleremo dei compiti del Direttore di Gara in merito al Medico ed al Servizio Sanitario (art. 74 Regolamento Manifestazioni Motociclistiche – RMM).

A seguito di numerose segnalazioni giunte dai campi di Gara, riteniamo, visti i regolamenti in corso di validità, diramare la seguente informativa in merito al rapporto tra Direttore di Gara e Medico di gara ed alla organizzazione del supporto sanitario d’emergenza durante le gare motociclistiche.
Pertanto in armonia con quanto previsto nel Regolamento Manifestazioni Motociclistiche (RMM) e nel Regolamento Sanitario (RS) si chiarisce quanto segue:

A) Compiti del Direttore di gara e degli Ufficiali di percorso (RMM artt. 71 e 73/TER)

1. Il Direttore di Gara deve prevedere una riunione (briefing) con il Medico di Gara prima dell’inizio delle attività per concordare le modalità di intervento.
2. Il Direttore di gara stabilisce il numero delle ambulanze, la loro dislocazione, nonché il numero di Ufficiali di Percorso, in funzione del tracciato di gara.
3. Il Direttore di Gara deve prevedere una riunione (briefing) con gli Ufficiali di Percorso per definire le modalità di intervento in caso di incidente;
4. In caso di incidente, in pista possono intervenire esclusivamente il Medico di Gara od il personale addetto espressamente indicato fra gli Ufficiali di Percorso, tesserati e coperti da assicurazione.
5. Il Direttore di Gara, come responsabile della manifestazione, deve consentire e garantire l’intervento del medico e dei suoi assistenti in caso di incidente solo dopo averli messi sotto protezione con le bandiere di segnalazione previste. A tale scopo il Direttore di Gara deve utilizzare gli Ufficiali di Percorso regolarmente iscritti nell’elenco degli Ufficiali Esecutivi.
6. In nessun caso può essere previsto l’accesso in pista a persone non autorizzate senza il consenso del Direttore di gara.
7. In caso di assenza, per qualsiasi motivo, del Medico di Gara (RMM art. 74,2) e/o dell’ambulanza (vedi RS, capitolo IV, art.7) il Direttore di Gara deve immediatamente sospendere la gara.

B) Compiti del Medico di Gara (RMM art. 74 e RS capitolo IV)

1. Il Medico di Gara deve partecipare ad una riunione (briefing) con il Direttore di Gara prima dell’inizio delle attività per concordare le modalità di intervento.
2. Il Medico di Gara è l’unico responsabile del tipo di intervento curativo che va effettuato sul paziente (se curarlo sul posto, se trasportarlo in ambulanza o chiamare l’eli-soccorso, ecc).
3. Il Medico di gara è il responsabile della scelta dei propri collaboratori (infermieri, rianimatore, ecc). Può avvalersi dell’aiuto di uno o più sanitari di sua fiducia, purché ne abbia espressamente richiesto l’autorizzazione al Direttore di Gara e sotto la sua personale responsabilità.
4. Laddove successivamente al primo soccorso, in infermeria, il pilota, se maggiorenne, o il genitore in caso di minore età, voglia farsi assistere da altro sanitario o farsi trasportare in una struttura sanitaria di sua scelta, può farlo previa sottoscrizione di una liberatoria.

C) Compiti degli organizzatori (RS capitolo IV, art. 2)

“Gli Organizzatori di Gare Motociclistiche devono garantire un valido ed efficace servizio di soccorso per tutta la durata dell’evento. La FMI esige che nelle gare nazionali sia garantito un servizio tempestivo ed efficiente per una adeguata protezione ai piloti, agli operatori ed al pubblico. Gli Organizzatori devono orientare la scelta del Medico di Gara verso chi ha sufficiente esperienza nel trattamento del traumatizzato, buona conoscenza dello sport Motociclistico, dimestichezza con il circuito; la preferenza va a chi ha dimostrato sufficiente esperienza e capacità per organizzare e gestire il soccorso in altre gare motociclistiche. Il Medico scelto deve essere esperto nel trattamento del traumatizzato; se non lo è deve avere a disposizione un collega esperto.”

Confidando in una attenta attuazione delle presenti disposizioni, che in realtà non modificano in alcun modo le norme già esistenti (ma sono finalizzate esclusivamente a precisarle), cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i colleghi Direttori di Gara del loro impegno con la preghiera di mettere a disposizione di tutti gli interessati la loro competenza, nell’esclusivo interesse di una sempre migliore organizzazione e gestione delle gare motociclistiche.

Clicca qui per scaricare la Circolare n°3 del 2009