FMI

Dicembre, mese storico per FMI e FIM

Dicembre, un mese importante per la storia del motociclismo. In Italia e non solo. Per capirne l’importanza, basta sfogliare le pagine del libro di Bruno Appolloni, “F.M.I., una storia lunga più di 100 anni” e soffermarsi sulle date di fondazione delle federazioni motociclistiche Internazionale (FIM) ed Italiana (FMI).

“Il 21 e 22 dicembre 1904 nasce – dopo una riunione preparatoria tenutasi a Patzau, in Boemia, l’ 8 luglio – a Parigi, la F.I.C.M. (Federation Internationale des Clubs Motocyclistes); ne fanno parte Francia, Inghilterra, Germania, Austria, Belgio e Danimarca ma […] avrà vita precaria sino al 1912 (in quell’anno vi si associerà anche l’Italia, ndr) quando sarà praticamente rifondata e diventerà realmente operativa”. 

Nelle pagine successive si legge: “L’8 dicembre 1911 si svolge il 1° Congresso Nazionale Ordinario Elettivo del Moto Club Italia (fondato nell’aprile dello stesso anno e”antenato” diretto della FMI, ndr) nella nuova sede dell’ACI in Via San Nicolao, n° 16, ad un centinaio di metri dall’omonima Chiesa ancora oggi esistente; si riafferma il bisogno di arginare e regolare lo sport motociclistico e poi si passa alle elezioni che danno i seguenti risultati:

Presidente: Comm. Oreste Togni
Vicepresidenti: Avv. Nello Venanzi e Cav. Carlo Monticelli
Segretario Generale: Carlo Legnazzi
Consiglieri: Giovanbattista Balloira, Cav. Luigi Brigatti, Cav. Zanetti, Rag. Renzo Marcoli, Ing. Angelo Jzar, Conte Gaetano Besana, Avv. Sertoli
Revisori dei Conti: Rag. Ettore Reggiani, Avv. Carlo Gentilucci, Barone Carlo Monti

Le società affiliate sono 8, i soci 433 e i corridori licenziati 70

Nello stesso anno nasce il Logo del Moto Club Italia (nella foto, ndr) riprendendo i motivi caratterizzanti la specialità: l’aquila che rappresenta la velocità, il cilindro che rappresenta la meccanica, l’alloro che rappresenta la vittoria e al centro lo Scudo dello stemma di Casa Savoia”.