Fuoristrada

Baja Umbria: Rovegno è il vincitore della gara 1

La gara di giornata 1


Come sempre articolata su due distinte giornate di gara (ognuna valida per la classifica del campionato) la baja dei quad è stata corsa su di un percorso lungo 728,39 chilometri, con 356 chilometri di prove cronometrate e 372,05 di trasferimento.


Sei i “settori selettivi” del primo giorno, due (Monte Martano – S.R. 418 e Messenano – Carsulae)  da ripetere complessivamente tre volte.


Molto combattuta anche a … parole (per via dei problemi di navigazione – e relative penalità – in cui sono incappati molti concorrenti), la gara della prima giornata è stata vinta da Pier Luigi Rovegno (Polaris Out-Law 525) davanti al polacco Sawicz Radoskaw (Yahama YFZ 450) per quanto riguarda l’europeo e a Giammarco Fossà (Suzuki LTR 450) per l’italiano. Il terzo posto nella classifica dell’europeo è andato a Fossà, mentre nell’italiano è stato conquistato dal “veterano” Renzo Simioni (Suzuki LTR 499).


Per quanto riguarda le classifiche di classe, a Rovegno è andata la classe Q4 e la K4 (entrambe riservate ai mezzi oltre 450 cc., la prima dell’europeo, la seconda dell’italiano), mentre la Q3 (europeo al di sotto dei 450 cc.) è andata a Radoskaw e la K3 (italiano) a Fossà. La classe riservata ai quad automatici è stata vinta da Erika Pajer (Polaris Scrambler 500), unica donna al via, mentre la classe KU (quad utility) è andata a Gianluca Pina (Polaris Sportsman 800).