Fuoristrada

Assoluti Enduro: Un Team Italia a ranghi ridotti

Dei sei azzurrini solo tre in gara questo week-end. Nella 5^ e 6^ prova di Assoluti corsa in una Tarzo (TV) melmosa il migliore si è rivelato Davide Roggeri. Forfait di Bertolotti, Pogna e Traversi.


 


Non solo la cittadina di Tarzo (TV) terza sede degli Assoluti d’Italia, colpita dal cattivo tempo proprio nei giorni a ridosso della gara dopo mesi di caldo e sole, sembra esser stata presa di mira dalla sventura in quest’ultimo periodo. Anche la formazione dei sei azzurrini infatti sembra essere stata beffata dalla fortuna. Dei sei piloti, solo quattro hanno raggiunto il piovoso comune trevigiano, ridotti addirittura a tre, con la decisione presa da Michael Pogna venerdì sera, di fare ritorno nella sua Sellero (BS) dopo il riacutizzarsi di una pubalgia che gli avrebbe pregiudicato i risultati in terra veneta e sforzando si sarebbe sicuramente aggravata proprio in vista dei prossimi impegni sportivi come il tricolore Under23 che lo vede protagonista nella 125 2T Cadetti. Problemi di salute anche per Mattia Traversi (KTM GP Motorsport) costretto al riposo per almeno 20 giorni a causa di una brutta contusione alla caviglia in seguito ad una caduta al mondiale di Borno (BS). Doverosi impegni scolastici hanno invece costretto il parmense Luca Bertolotti (KTM GP Motorsport) ad abdicare all’appuntamento con gli Assoluti.


Se alle assenze ed al maltempo, che ha reso tutto più difficile con tre prove speciali tecniche, scivolose ad a scorrimento mono traiettoria, ci aggiungiamo anche i ritiri per noie meccaniche di Gerini sabato e Manzi domenica per il Team Italia diventa proprio un week-end da gettarsi alle spalle e dimenticare in fretta. Ed invece no, la difficile e iellata gara di Tarzo ha messo in luce un pilota sfuggente ed introverso e l’unico azzurrino in grado di portare la sua KTM 125 2T siglata GP Motorsport all’interno del parco chiuso entrambi i giorni. Davide Roggeri, un pilota dalla guida pulita che fa della costanza il suo punto di forza più concreto, mancando a volte di determinazione e autostima ha finalmente dimostrato, soprattutto a sé stesso le proprie potenzialità quando il gioco si fa duro. Due autorevoli quinti posti per lui, riuscendo addirittura a mettere il naso tra i primissimi in prova speciale e firmando terzi e quarti tempi di classe. Un risultato che si spera diventi di stimolo per le prossime gare.


Hanno alternato un ritiro ad un buon risultato invece i due portacolori del Team Italia Husqvarna Mucci Maurizio Gerini e Jonathan Manzi. Il primo sabato appiedato in tronco dalla sua 250 4T subito dopo la prima speciale, mentre il secondo domenica sembrava poter risolvere gli intoppi in tempo ed invece l’aggravarsi ed il ritardo accumulato hanno indotto il giovane bergamasco ad abbandonare la gara. I due aggiustano comunque la trasferta trevigiana rispettivamente con un quinto ed un sesto posto.


 


Una settimana di pausa per coloro che hanno gareggiato e di ulteriore recupero per gli infotunati, e poi domenica 17 tutti in campo per la 4^ ed ultima prova di Italiano Hard Race attesa a Revigliasco d’Asti.