Fuoristrada

Aria di titoli a Matelica per gli Assoluti di Enduro

Settima e ottava prova del maggior tricolore della specialità in programma sabato 23 e domenica 24 a Matelica (MC). In palio i primi titoli italiani di classe ed il trono assoluto.


 


Nuova avventura targata Assoluti d’Italia, prossimi all’esito finale del 30 settembre. Sabato 23 e domenica 24 torna in mulattiera la crème dell’enduro nazionale per la quarta e penultima tappa localizzata nelle suggestive colline marchigiane. A patrocinare l’evento Matelica, comune incastonato tra le pendici del Monte S.Vicino ed il Monte Gemmo stimato produttore di miele e del vino Verdicchio, con la regia dell’omonimo moto club che dopo l’ottima esperienza nell’aprile del 2004 con il mondiale enduro, il club coadiuvato da Carlo Baldini ha voluto Matelica ancora protagonista del fuoristrada d’alto livello.


 


Il weekend agonistico comincerà venerdì 22 con le operazioni preliminari dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00 presso il Centro Sportivo “il Boschetto” area adipita anche a Paddock e dove sabato alle ore 09.00 dalla pedana di partenza scenderanno i piloti della 450 4T, primi a scattare per la due giorni maceratese.    


La gara verrà si svilupperà su un percorso di 45 km da ripetere 4 volte sabato e 3 domenica. Sarà invece possibile ammirare e tifare i concorrenti nelle tre prove speciali disegnate dal moto club Matelica, a cominciare dallo spettacolare Cross-Test (4.000 m) che i 130 piloti affronteranno 3 km dopo lo start (pronti via), un ampio prato disposto su tre livelli considerato spettacolare e visibile a largo raggio dal pubblico per la sua singolare dislocazione. In località Macere sarà invece possibile assistere alla prova Estrema, 500 metri da percorrere sul letto di fiume in secca e contrassegnato da larghe lastre di rocce e grossi ciottoli. Infine, alcuni chilometri prima di raggiungere il paddock si scontranno nel secondo cross test (2.500 m) anche questo rappresentato da un prato ma decisamente più corto e veloce.


 


Come spesso accade, la seconda giornata di gara della penultima tappa potrebbe svelare i nomi dei rider che firmeranno l’albo d’oro 2007 degli Assoluti. Determinante la precedente prova a Tarzo (TV) che ha regalato doppiette importanti per la corsa al titolo. Primo fra tutti il francese dagli occhi di ghiaccio Johnnj Aubert (Yamaha Ufo Corse) che aggancia e supera definitivamente il detentore del titolo, Stefan Merriman (Aprilia Factory) apparso in difficoltà sul fango trevigiano tanto da sperare con le due possibile vittorie a Matelica di firmare il suo primo titolo assoluto. Per quello che riguarda le classi i giochi sembrano quasi fatti per un altro portacolori di Yamaha Ufo Corse, Fabrizio Dini che nella 450 4T conduce su Tullio Pellegrinelli (HM) con 33 punti di vantaggio, per Alex Botturi che dopo un anno di digiuno da titoli potrebbe riconfermarsi nella 500, questa volta in sella alla HM-Honda 490 4T firmata Zanardo staccato di 38 punti dall’omonimo Zanni (TM Racing Berloni). Discorso a parte per Andrea Belotti (KTM Farioli) che nelle 250 2T vede la strada completamente spianata grazie al sicuro forfait del leader Oscar Balletti (Hm-Honda Zanardo) ed unico pilota in gradi di contrastare il campione bergamasco, fratturatosi la radio e l’ulna due settimane fa in allenamento. A meno di clamorose sorpresa i tre dovrebbero aggiudicarsi il titolo nel prossimo fine settimana, quando manca solo la gara di Bobbio (PC), domenica 30 settembre, per chiudere il campionato.


Ancora aperte, invece le classi 125 2T con due generazioni a confronto, la mascotte Farioli Thomas Oldrati che guida davanti ad uno tra i maggiori esponenti dell’ottavo di litro Roberto Bazzurri (Husqvarna CH), e soprattutto la bella sfida nella 250 4T, dove solo 10 punti dividono i portacolori di Ufo Corse nonchè compagni di squadra Simone Albergoni e Maurizio Micheluz.


 


Nella Coppa Italia, trofeo nazionale abbinato agli Assoluti potrebbe veder assegnare il titolo di merito assoluto anticipatamente in tutte e tre le classi. Nella classe 1 con la doppietta nel trevigiano prende tranquillo la testa della classifica il portacolori di KTM Iron Team Maurizio Lenzi, mentre nella classe 2 e 3 è netto dominio rispettivamente per Roberto Rota (HM Honda TRS) e Mauro Rolli (Ktm) avanti di oltre 20 punti sugli avversari.