Velocità

A Vallelunga la terza prova del CIV 2008

Sul circuito di Vallelunga la terza prova del Campionato Italiano Velocità – CIV 2008. Tappa importante per molti piloti – Tornano nel CIV alcuni protagonisti assoluti del 2007. Roccoli assente nella 600 Super Sport. Oltre 300 gli iscritti fra CIV e Yamaha Cup.


 


Terzo appuntamento, questo finesettimana, dei sei in calendario, con il Campionato Italiano Velocità, CIV 2008. Teatro di questa sfida il circuito romano di Vallelunga, una prova estremamente importante per molti piloti, alcuni dei quali non potranno fallire questa tappa se vogliono ancora aspirare a lottare per il titolo tricolore o comunque per le posizioni che contano.


Dopo due gare la situazione del campionato è estremamente incerta in tre classi su quattro, tanto che, ad esclusione della Superbike – PBE EK,  si sono avuti vincitori diversi nelle due prove sin qui corse.


 


Nella 125 G.P. MotoSprint guida il cesenate Lorenzo Savadori (Aprilia RCGM) dominatore della gara d’apertura del Mugello ma che a Monza si è dovuto inchinare davanti alla volata del ravennate Riccardo Moretti (Honda – CRP) che ora lo segue in classifica generale, dove precede il biellese Gabriele Ferro (Honda – Metasystem). La ottavo di litro come tradizione è sempre ricca di protagonisti, molti dei quali giovanissimi  e disposti a lottare con  il coltello fra i denti in ogni gara dall’inizio alla fine, come si è visto nella tappa brianzola e quindi l’incertezza è d’obbligo.


 


La Superstock – Panta è la categoria più affollata  che vanta fra gli iscritti molti piloti di vertice della Coppa del Mondo. Il pugliese Gabriele Pirro (Yamaha – Lorenzini by Leoni) forte della vittoria del Mugello e del secondo posto di Monza conduce la classifica davanti al romano Davide Giugliano (Suzuki – TCM Cruciani moto). I due sono stati protagonisti nella seconda prova di un duello bellissimo, conclusosi sul filo del rasoio a favore di Giugliano per pochi millesimi di secondo. Ma anche in questa classe non mancano piloti in grado di cambiare le sorti del campionato ad ogni gara e fra questi certamente vanno citati il compagno di Pirro Michele Magnoni, il veneto Fabrizio Pellizzon (Kawasaki – Scuderia Stile Italiano) e il marchigiano Alessio Polita (Ducati Sterilgarda).


Da questa gara rientrerà poi a tempo pieno nel CIV, in sella alla MV Agusta del team Unionbike Gimotorsports, anche Ilario Dionisi che lo scorso anno chiuse terzo in campionato. Il ventiquattrenne romano, che aveva abbandonato la Stock per tentare l’avventura iridata nella 600 Super Sport, ha scelto per il ritorno proprio il circuito di casa e non fa misteri di puntare subito al podio.


 


Colpo di scena nella Classe 600 Super Sport SportAutomoto con la clamorosa notizia dell’assenza del due volte tricolore Massimo Roccoli (Yamaha – Lorenzini by Leoni), il riminese che guida la classifica insieme a Danilo Marrancone (Yamaha – WCR Bike Service) è stato costretto a saltare la tappa romana del Campionato Italiano a causa del regolamento iridato che prevede una speciale autorizzazione per poter gareggiare in un circuito dove si svolgerà successivamente una prova mondiale.


L’assenza è ovviamente pesante e potrebbe compromettere il futuro cammino tricolore di Roccoli, il quale ha comunque precisato che sarà presente con il massimo impegno ai rimanenti tre appuntamenti del campionato nazionale.


Il team Lorenzini sarà comunque in gara, grazie a Michele Pirro che dopo la corsa della Superstock farà anche quella della 600 Super Sport.


Con Roccoli assente sarà l’esperto Cristiano Migliorati (Kawasaki – Puccetti Racing) a contrastare il favorito d’obbligo Marrancone.


 


Come detto in apertura, a oggi, la Superbike – PBR EK e l’unica categoria ad avere un pilota che si staglia nettamente sugli altri, il ventunenne comasco Claudio Corti che con la sua velocissima Yamaha ufficiale sembra non avere rivali: due gare e due vittorie; anche se nella prima ha avuto in Luca Scassa (MV Agusta – Unionbike Gimotorsports) un coriaceo avversario che lo ha impensierito fino la bandiera a scacchi. A Monza l’aretino è uscito di scena troppo presto per sapere se la cosa poteva ripetersi, anche se la velocità della moto di Iwata, lasciava pochi dubbi sulla sua supremazia nei confronti di quella varesina. Interessante quindi vedere se a Vallelunga, un circuito molto diverso da Monza, si potranno inserire elementi di novità.


A quasi venti punti da Corti segue il bresciano Luca Conforti (Honda – Emmebi Team) e subito dopo l’altro comasco Lorenzo Mauri (Ducati – Team Spring), entrambi in evidenza nelle due gare sin qui fatte, ma che non sembrano in grado  di contrastare concretamente, il predominio del binomio Corti – Yamaha.


Anche nella classe regina c’è un rientro definitivo di un nome importante: Marco Borciani (Ducati – GPM Racing Chemiba). Il campione in carica della Superbike va infatti a sostituire Mauro Lucchiari che ha deciso di chiudere con le corse. Borciani che era risalito in moto a Monza, dopo mesi di inattività, chiudendo con un lusinghiero sesto posto, non sarà ancora al massimo della forma ma la classe è sicuramente quella che gli ha permesso di ottenere due titoli consecutivi nel 2006 e 2007 e quindi il suo ritorno, potrebbe portare ulteriore interesse in una cilindrata che fin qui ha vissuto solo sul nome di Claudio Corti.


 


Il programma della manifestazione si aprirà venerdì con le operazioni preliminari e le prove libere cronometrate, proseguirà sabato con le qualifiche ufficiali e quindi si chiuderà domenica con le gare. Ad aprire le ostilità le quattro classi della Yamaha Cup, poi nel pomeriggio con inizio alle 14.00 il via alle corse del CIV. Per prima scenderà in pista la 125 G.P. MotoSprint, a seguire la Superstock Panta, la 600 Super Sport SporAutomoto e la Superbike – PBR EK.


 


A questa terza prova del CIV sono iscritti ben 150 piloti, ai quali vanno ad aggiungersi i 160 che partecipano al Campionato Yamaha 2008 diviso nella classi: R6 Braking Cup, R6 Santander Cup, R6 Metzeler Cup e R1 Marchesini Cup.


 


Costo biglietti


sabato ingresso unico 15 E.


domenica 25 E. intero, 15 E. ridotto FMI e minori di 14 anni.