Moto d'Epoca

A Vallelunga la prima tappa del Trofeo FMI gruppo 5 in pista, attenzione rivolta già ad Adria

Una fitta nebbia mattutina sembrava dover guastare la prima gara del calendario nazionale 2007 costringendo l’organizzazione del Gentlemen’s a rinviare l’avvio delle operazioni. Solo intorno alle dieci i piloti potevano accedere alla pista, moto retrò in testa. Nel Vintage 1, dove si schieravano la GP 500 epoca e le Sport 750, il toscano Alberto Peruzzi, autore della pole, non aveva problemi a condurre la gara sin dalle prime battute. Fiorino Cimatti su Kawasaki cedeva già dopo le prime curve cosi come Piergiorgio Toselli su Ducati mentre Davide Rossi su Norton Manx ed il compagno di squadra Oreste Zaccarelli, in sella ad una Guzzi per la classe Sport 750, battagliavano non poco per la seconda piazza assoluta. Nel finale la spuntava Rossi con Giorgio Gabellini su Ducati terzo di classe e sesto assoluto. Per Zacca tra l’altro il finale diveniva incandescente causa gli ultimi tentativi del frosinate D’Aliesio: il crono registrava una differenza tra i due di appena 23 millesimi sotto la bandiera a scacchi!!! Sul podio il romagnolo dedicava la vittoria all’amico Benito Savoia, assente per motivi di salute. Quinto assoluto e terzo delle Sport Giancarlo Rossi, il resto dello schieramento vedeva, a partire dalla settima piazza assoluta,altre moto della stessa classe guidate dalla Honda di Nello Andreani. Nel Vintage 2, aperto a Maxi Moto e GP500 Classiche, l’epilogo delle verifiche tecniche rovinava la festa di una splendida gara: fuori Ivan Soppelsa, autore di una prova maiuscola ed in testa dallo spengersi del semaforo rosso, causa difformità tecniche, anche il secondo classificato delle Maxi, Sergio Vitali, si vedeva fuori dall’arrivo finale per il rifiuto del suo meccanico a verificare il mezzo. La vittoria andava cosi a Riccardo Magrotti (Suzuki Federiconi) seguito sul podio da Giancarlo Rossi e Mario Tersigni, rispettivamente su Ducati e Kawasaki. Quarto il bolognese Solazzo, per lui l’amarezza di una penalizzazione per partenza anticipata che, dato l’evolversi della situazione, privava lui e la sua splendida Ducati NCR del terzo gradino del podio. Quinto Del Popolo su Bimota KB1 al rientro dopo un anno di stop, erano costretti al ritiro il campano De Vita su Kawasaki ed il romano Palmisano su Kawasaki Segoni mentre il romano Paluzzi alzava bandiera bianca anzitempo per la rottura del motore. Nelle GP Classiche Duilio Damiani la spuntava nel finale sul campione delle Junior 2006, l’alfiere di Civita Castellana Fabio Vitali mentre il terzo, il frosinate Daniele Parravano, chiudeva la porta al riminese Villa su Yamaha per il terzo posto. Altro duello tra laziali e romagnoli vedeva quindi coinvolti Marco Caligiuri e Fiorenzo Marconi: avanti il primo, il resto della classifica premiava Mangino, Cuttitta e Lapone mentre i lombardi Simonetti e Mannheimer erano costretti al ritiro. Prossimo appuntamento per le moto retrò ad Adria il 14 e 15 aprile con il Meeting internazionale: presenti tutte le categorie gruppo 3, 4 e 5, vi saranno pure due eventi a carattere europeo, la Coppa Uem di regolarità e la Endurance Vintage UEM Cup sulla distanza delle tre ore.