Fuoristrada

A Spoleto il penultimo atto dell’Enduro Under23/Senior 2013

 Trasferta centro italica per i protagonisti del Campionato Italiano Enduro Under23/Senior, pronti a sbarcare a Spoleto per il quarto round stagionale. 254 gli atleti al via, tra i quali, domenica sera, potrebbero già esserci i primi campioni.

Ad impegnare gli atleti ci sarà un intenso percorso, organizzato dal  Motoclub Spoleto, lungo circa 60 km da ripetere tre volte, all’interno del quale sono state predisposte due speciali, entrambe fettucciate, della lunghezza di 5000 metri ciascuna.
 
CAMPIONATO ITALIANO SENIOR
Nella E1 2TS troviamo in prima posizione Maurizio Lenzi (KTM) che guida il campionato precedendo di sette lunghezze Andrea Mayr (HM Honda TRS) e di otto Matteo Zecchin (Fantic Motor). Battaglia Roggeri (Suzuki)-Falgari (HM Honda Gecospecialparts) in E1 4T, con i due piloti lombardi separati da soli 3 punti, mentre la terza posizione è attualmente occupata da Andrea Bassi (HM Honda).
Con tre centri nelle precedenti tappe, primo posto in E2 per Diego Nicoletti (Beta) che può contare su un discreto vantaggio sui diretti avversari, Luca Marcotulli e Andrea Fossati, entrambi sul secondo gradino del podio con 47 lunghezze.
 
Occhi puntati per la E3, con una lotta all’ultimo punto per i primi tre classificati. 54, 52 e 50 sono i punti ottenuti rispettivamente da Jacopo Cerutti (TM Mephisto), Paolo Bernardi (HM Honda TRS) e Maurizio Facchin (KTM), detentori di una vittoria a testa dei precedenti round.
 
Tra le squadre, guida il campionato il Trial David Fornaroli con 171 punti, seguito dall’Intimiano Natale Noseda (141 punti) e da La Marca Trevigiana (138 punti).
 
CAMPIONATO ITALIANO UNDER23
Questo weekend gli occhi saranno puntati soprattutto sulle classi 50cc, 125 Cadetti, E1 4T e E3, dove potremmo già avere i primi campioni di categoria.
 
Nella 50 codice, il neo arrivo nel tricolore Under23 Matteo Pavoni (Suzuki Valenti) è pronto è dare il meglio di sé a Spoleto, dove gli servono 15 punti per ottenere il suo primo titolo nazionale. A dargli del filo da torcere ci sarà il campione europeo classe 50 in carica Matteo Merli (Beta), attualmente secondo, mentre la terza posizione è occupata da Lorenzo Staccioli (Beta).
 
Anche a Davide Soreca (Yamaha Boano) saranno sufficienti 15 punti per incoronarsi vincitore della 125 Cadetti, ma Michele Marchelli (Husaberg GP Motorsport) e Jordi Gardiol (Suzuki Iveco Team) sono pronti a fargli sentire il loro fiato sul collo. Basterà un quarto posto per salire sulla vetta del podio tricolore sia a Tommaso Montanari (KTM Diligenti) che a Guido Conforti (KTM) delle classe E1 4T ed E2. I due piloti del Motoclub Treviglio saranno certamente infastiditi nelle proprie categorie da Andrea Castellana (HM Honda), Simone Zaffaroni (Yamaha), Luigi Maule (KTM) e Igor Sonzogni (Husaberg GP Motorsport). Che le sfide abbiano dunque inizio!
 
Nella E1 2T a guidare il campionato troviamo Nicolò Bruschi (Yamaha Miglio), che dovrà difendere il proprio primato dagli attacchi di Matteo Bresolin (KTM Iron Racing Team), secondo, e da Riccardo Crippa (Yamaha Gaiardoni), terzo dopo le due sfortunate prove di Donoratico e Pievebovigliana dove, per due problemi tecnici, ha perso diversi punti preziosi per campionato.
 
Nella E3 gas spalancato per Andrea Balboni (HM Honda), primo con 54 punti, contro i 40 del portacolori del Team GP Motorsport, Jonathan Zecchin (Husaberg GP Motorsport), attardato a causa di uno zero fatto registrare a Donoratico. Terzo posto per Mattia Ferrari (KTM).
 
Tra le donne , a condurre la generale di categoria Cristina Marrocco (Yamaha), che precedere di 11 lunghezze Anna Sappino (HM Honda), mentre la terza posizione è occupata da Susanna Grasso (KTM). Tra le squadre, guida il campionato la formazione del Motoclub Treviglio, seguito a breve distanza dall’Intimiano Natale Noseda e dal Trial David Fornaroli. Tra i team primo posto per il Diligenti Racing Team.