Fuoristrada

A San Giacomo di Roburent6° Round degli Assoluti d’Italia

 Ad un mese dalla doppia trasferta piacentina, tornano a scaldarsi i motori degli Assoluti d’Italia/Coppa Italia con il sesto round stagionale che potrebbe già decretare i primi campioni italiani.

I primi piloti hanno già raggiunto San Giacomo di Roburent, che questo weekend sarà il palcoscenico della sesta prova del massimo campionato nazionale: gli Assoluti d’Italia, affiancati come di consueto dalla Coppa Italia.

A giocarsi maggiormente la possibilità di essere incoronati campioni italiani con una prova di anticipo saranno Thomas Oldrati per la classe E1 e Alex Salvini per la E2. I due portacolori di Husaberg ed HM Honda dovranno comunque vedersela con i propri avversari, pronti a tenere le carte in tavola e rimandare così a settembre il verdetto finale, quando a Cassano Magnago (VA), si svolgerà l’ultimo e decisivo atto targato 2013

Ad attendere i 164 atleti che giungeranno nel centro cuneese di San Giacomo, ci saranno tre prove speciali, dislocate lungo un percorso di circa 55 km da ripetere quattro volte.

Gara che scatterà ufficialmente alle ore 9.00 di domenica 7 luglio, quando i primi piloti lasceranno il palco partenza per giungere, poco dopo, al Cross Test, tracciato sul pendio di una pista da sci nei pressi del paese. Il fettucciato, lungo circa 3000 metri, sarà percorso cinque volte: la prima ad inizio giro, e le rimanenti al termine del percorso, prima del rientro al paddock.

Conclusa la prova cross, inizierà il vero e proprio percorso, con un trasferimento di circa mezz’ora che accompagnerà gli atleti nei pressi nell’impegnativa linea, caratterizzata da sottobosco che metterà in gioco i nostri campioni per ben 10 minuti. Terminata la speciale, farà seguito il C.O., situato a Montaldo, località Canalot, prima di giungere all’Extreme Test, un crostone di roccia e sassi lungo circa 4000 metri.

Alla regia dell’intera manifestazione il Motoclub Off Road ‘2000, che si avvallerà della collaborazione dei Motoclub Dogliani e 100 Torri Alba.

Gli occhi saranno naturalmente puntati sul cronometro, pronto a decretare il suo verdetto e proclamare i migliori piloti di giornata. Ad attirare maggiormente l’attenzione saranno, come detto prima, le classi E1 e la E2, dove troviamo sia Oldrati che Salvini al comando con un punteggio pieno grazie alle vittorie dei precedenti cinque round.

Ad ostacolare Oldrati (Husaberg) ci penseranno Simone Albergoni (HM Honda Zanardo) e Maurizio Micheluz (Suzuki Rigo Moto), attualmente al secondo e terzo posto con 83 e 69 punti. In cerca di riscatto Giacomo Redondi (KTM Iron Racing Team), dopo la prova in chiaroscuro di Bobbio che lo ha fatto scivolare in quarta posizione alle spalle dello stesso Micheluz.

Distacco più marcato per Salvini (HM Honda Zanardo) nella E2 grazie ai 23 punti di vantaggio che lo separano dal portacolori del team Yamaha Miglio Fabio Mossini, secondo davanti al giovane alfiere del Team Beta Boano Nicolò Mori, alla caccia di un altro podio dopo l’ottima trasferta piacentina dello scorso 1 e 2 giugno.

Salvini, oltre che la E2, guida con 88 punti l’Assoluta, davanti a Thomas Oldrati e il finlandese Juha Salminen, (Husqvarna CH Racing) che lo inseguono distanziati rispettivamente da 13 e 16 lunghezze.

Bella combattuta sarà la classe riservata ai giovani piloti Under23, la E1 2T, con la vetta del podio condivisa da Rudy Moroni (KTM Farioli) ed il fresco campione italiano 125 Cadetti Davide Soreca (Yamaha Boano), entrambi a 80 punti, mentre il terzo posto è nelle mani di Matteo Bresolin (KTM Iron R.T. Norelli BG).

Non sarà da meno la E3, dove rivedremo in sella Manuel Monni, al suo rientro dopo l’infortunio al piede di circa venti giorni fa durante la tappa mondiale in Romania. Il portacolori della KTM Farioli dovrà stringere i denti per difendere il suo primato in campionato, fermo ora a più cinque rispetto a Deny Philippaerts (Beta Boano). Terzo posto per Mirko Gritti (KTM Treviglio).

Voglia di riscatto per Johnny Aubert (KTM Farioli) dopo il doppio zero di Bobbio, dove non ha potuto prendere il via per la rottura delle costole che lo ha costretto ad un periodo di stop. Il francese è attualmente terzo della categoria stranieri con 60 punti, contro i 91 di Juha Salminen e i 74 di Eero Remes (TM Racing).

Nella classifica riservata ai Club, prima posizione per il G.S. Fiamme Oro Milano, seguito dal Trial David Fornaroli e dal Motoclub Sebino.

Per quanto riguarda la Coppa Italia duello Mirko Spandre (Husaberg) – Corrado Romaniello (KTM), con due giovani atleti rispettivamente al primo e secondo posto, separati da soli due punti, mentre la terza posizione è occupata da Fabio Pampaloni (TM).

Interessante battaglia anche nella Junior, dove troviamo Marco Montelaghi (KTM) al comando a 83 punti, seguito a breve distanza da Alessandro Talamo (KTM), con il terzo posto nelle mani di Pietro Pini (Husqvarna). En plein di vittorie nella Senior per Alessandro Corradin (HM Honda), grazie alle quali guida a punteggio pieno la categoria davanti a Eric Rebellato (KTM) e Massimo Wolkow Mutti (KTM), mentre la Major vede le prime tre posizione occupate da Maurizio Casartelli (HM Honda), Matteo Zoppas (KTM) e Mirko Colombo (KTM).