Fuoristrada

7° titolo italiano Outdoor per Grattarola

La pioggia tanto attesa ha bagnato solo parzialmente la penultima prova del Campionato Italiano Trial Outdoor nella sfida di Pozza di Fassa (TN) dove il Moto Club Rode a Motor ha organizzato la prova. Una giornata caratterizzata da due importanti avvenimenti: la vittoria del lecchese Matteo Grattarola della gara e del suo settimo titolo tricolore con un round d’anticipo, e il debutto di una moto elettrica. Grazie a questo settimo titolo il poliziotto del Gruppo Sportivo Fiamme Oro diventa – insieme a Fabio Lenzi e Donato Miglio – il pilota con più titoli italiani nella storia di questo sport, che ha visto la prima edizione del tricolore nell’ormai lontano 1975. L’altro evento è stato il debutto della moto elettrica che ha vinto la categoria TR4 grazie a una grande performance di Edoardo Verdari con la Futur Electric-Motion Sport 5.7, mettendosi alle spalle ben 25 concorrenti.

Se di Grattarola e del suo titolo abbiamo già parlato, è da notare l’ottimo secondo posto di un altro campioncino in gran spolvero, Luca Petrella (Trs), che a Pozza compie ancora un altro mezzo miracolo tenendo a bada il suo diretto antagonista per il titolo di vice campione italiano della TR1 Gianluca Tournour (Gas Gas) giunto terzo nell’italiano e quarto nella classifica Internazionale per l’inserimento proprio sul gradino più basso del podio dello spagnolo della Vertigo Francesc Moret. Bene il rientro dall’infortunio di Daniele Maurino, 5° (ma nel primo giro il pilota Sherco era terzo). Un plauso senza dubbio per Giacomo Saleri (Beta) che nonostante il problema alle costole chiude 6°.

Successo con prestazione ad altalena di Pietro Petrangeli nella categoria TR2. Dopo i 17 punti di penalità nel primo giro, il pilota del MC Spoleto si trasforma nel secondo firmando un cartellino con solo tre errori. Questo gli basterà per chiudere davanti ai soliti Staltari e Garnero che gli fanno compagnia sul podio. Bella e combattuta la gara nella TR3 dove Soulier (Beta) vince davanti al sempre più convincente Gasco (Beta) e ad Alessandro Nucifora con la Jtg. Scossa elettrica nella TR4 per il successo di Verdari, ma decisamente bravo per la sua regolarità Fabrizio Barre (Gas Gas) 2° e Francesco Vignola 3° dopo aver assaporato la vittoria nel primo giro. Nella categoria TR3/ 125 vittoria scontata per Mirko Sperafico davanti a Carlo Alberto Rabino e Andrea Moretto, mentre nella TR3/ Over crolla il capo classifica Giovanni Pizzini, solo 6° a Pozza di Fassa, e ne approfittano il pilota del Sud Tirolo Richard Pichler che vince davanti a Massimiliano Delli Paoli e Andrea Buschi. Tra le donne la Trentini si conferma la migliore con il successo davanti alla sempre più consistente Brancati e alla Peretti. Prossima sfida tricolore il 2 ottobre a Torrebelvicino in provincia di Vicenza dove si assegneranno i titoli rimasti.