Fuoristrada

Triveneto Enduro: Micheluz il Gladiatore di Gradisca d’Isonzo

Si è corsa nel comune goriziano la seconda prova del triveneto. 331 i partenti ed a primeggiare su tutti il portacolori di Fantic Mo-To Maurizio Micheluz (TR). Trionfo anche per Zanatta (M3) e Collovigh tra i cadetti 50. Riconferme invece per Segnacasi (JS1), Cescon (JS2), Valentinuzzi (JS3), Zoppas (M1), Silvestrin (M2), Bacchin (Veteran), Zanardo (SuperVeteran) e il giovane Beggio (Cadetti 125).

Ad un mese dalla prova d’apertura di Variano di Basiliano (UD), domenica 17 aprile si è corsa la seconda delle sei tappe dell’affollato campionato triveneto. Al terreno umido e scivoloso del comune udinese si è contrapposto quello secco e polveroso di Gradisca D’Isonzo ed i 331 concorrenti presenti hanno dato vita ad entusiasmanti sfide all’ultima curva, concentrate soprattutto nel cross-test 3 ricavato dal crossdromo permanente di Versa a Romans D’Isonzo,  interamente visibile dal pubblico assiepato sull’argine sovrastante. Uno dei tanti lati positivi da elogiare al moto club Isontino diretto da Alessio Lorenzutti alla sua prima regia di un Triveneto ha confezionato davvero una bella prova di campionato raccogliendo consensi non solo tra i piloti ma anche tra il segretario del Comitato Regionale FVG Andrea Quartieri, il Coordinatore del Comitato Triveneto Enduro Tony Mori e il Presidente Gruppo Commissari Gara Sandra Meret presenti a bordo campo. Patrocinata dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Provincia di Gorizia e con il benestare del Demanio Idrico Regionale, ben 9 i comuni coinvolti (Gradisca, S.Lorenzo Isontino, Mossa, Lucinico, Farra d’Isonzo, Villesse, Versa, Medea e Mariano del Friuli) nel percorso sapientemente tracciato dai soci Stefano Picco, Lorenzo Brumat e Michele Deiuri per un totale di 150 chilometri suddivisi in 2 giri da 2 ore e 50 minuti con 3 prove speciali al giro accuratamente supervisionati da due unità della Guardia Forestale.

Una prova organizzata impeccabilmente ed impreziosita dalle presenza di piloti di taratura mondiale e raggruppati nella classe Top Rider (TR) che hanno padroneggiato la zona medaglie dell’assoluta di giornata, dominata come da pronostici dal poliziotto di Aviano Maurizio Micheluz che ha innalzato la sua Fantic 300 2T sul primo gradino del podio davanti ai due “hondisti” Alex Zanni e Maurizio Facchin.

Ma l’assoluta non è stata di certo l’unica classe ad infuocare gli animi, molte le lotte conclusesi sul filo di lana. Per i riscatti bisognerà attendere il giro di boa il prossimo 05 giugno a Crespano del Grappa (TV).

Top Rider: i campionissimi Micheluz, Zanni e Facchin non si sono di certo risparmiati in ambito triveneto giunti nell’ordine e a pochi secondi uno dall’altro hanno regalato una bella dimostrazioni di stile e classe.

Junior/Senior 1(fino a 125 2t-fino a 250 4t): Nicolas Segnacasi (KTM) ha dato un’altra dimostrazione della sua maturità e velocità firmando la seconda vittoria davanti ad un ottimo Manuel Bortolazzo (Honda) ed a Enrico Taviano (Suzuki). Assenti per infortunio due dei sicuri protagonisti per la lotta al podio, Luca Coppola e Stefano Nappi.

Junior/Senior 2 (da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t: continua il successo da endurista per Matteo Cescon (Honda) con un’altra bella vittoria. Posizioni invertite rispetto alla prima prova per Matteo Luison (Beta 450 4T) e Riccardo Cavalli (Beta 350 4t) rispettivamente secondo e terzo.

Junior/Senior 3 (oltre 250 2t-oltre 450 4t): seconda cavalcata trionfale per Matteo Valentinuzzi (Honda 480 4T). Alle sue spalle lotta all’ultima curva tra Alessandro Dalle Carbonare (Beta) e Luca Turra (Beta) finiti nell’ordine sul podio distaccati da soli 4 secondi.

Major 1(fino a 125 2t-fino a 250 4t):  una vittoria che vale doppia per Matteo Zoppas (KTM 250 4T), prossimo sposo, che non manca la seconda vittoria consecutiva dopo una notte passata a festeggiare il suo addio al celibato! Ancora un ottimo secondo posto per Simone Zanon (Yamaha 250 4T) che va a precedere Daniele Corrent (Husqvarna).

Major 2(da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t):  3 miseri secondi hanno sancito il primatista di questa classe e a riconfermarsi è l’alfiere del mc.Gaerne Mirko Silvestrin (Kawasaki 450 4T) che va a precedere ancora una volta Franco Dal Bello (KTM 450 4T). Terzo e più distaccato Gianfranco Crivellari (Honda 450 4T).

Major 3(oltre 250 2t-oltre 450 4t): costretto al ritiro per noie meccaniche il capolista Paolo Dalla Zuanna, ne giova il patron di Mo-To Ivo Zanatta (Fantic 300) che guadagna la prima vittoria stagionale davanti a Enzo Kocina (Gas Gas 300 2T) e Denis Zamarian (KTM).

Veteran (classe Unica, nati dal ’63 al ’60  non manca l’appuntamento con l’oro neppure Franco Bacchin (KTM 530 4T) che va a vincere per soli 5 secondi sul corregionalete Michele Colladon (Hm Honda 450 4T). Sigilla il podio Maurizio Morosin (Husqvarna).

SuperVeteran: (classe Unica, nati dal ’59 e prec) ancora un’accesa bagarre tra il capolista Guerrino Zanardo (Hm Honda 250 4T) e Cesare Bernardi (Hm Honda 250 4T) ma a spuntarla per sette secondi è il primo. Terzo posto ma ben distante dalla lotta per la vetta, il trentino Eugenio Dal Sasso (Beta).

Cadetti 50 cc:  rallentato nel cross test 2 del secondo giro  Davide Battaino (Fantic) è stato costretto a cedere la prima piazza ad un agguerrito Pietro Enrico Collovigh (Honda). Ancora un terzo posto per Riccardo Sturm (Fantic).

Cadetti 125 2t: è risultato ancora una volta davvero imprendibile Davide Beggio (TM) che è riuscito a distanziare i suoi inseguitori di quasi un minuto. Solo 3 i secondi invece a distanziare Luca Pellizzon (Hm Honda) ottimo secondo da  Federico Oliana (KTM) terzo.

Padronanza veneta nelle classifiche a squadre con un podio tutto “made in Treviso”  con la seconda vittoria stagionale per il motoclub Gaerne ( Zanni, Beggio, Silvestrin) seguito dal mc La Marca Trevigiana e Scuderia Acelum R.T.

CLASSIFICHE DI GIORNATA