Moto d'Epoca

Regolarità: ecco i Campioni Italiani

Sotto il cielo plumbeo e la pioggia battente della Valsassina, domenica 4 ottobre è giunto al termine il Campionato Italiano di Regolarità della FMI.

Con la settima prova disputata fra Barzio e Pasturo (LC), i piloti vintage hanno concluso la stagione 2015 confermando un’annata ‘a tutto gas’ per il Trofeo federale. Oltre 250 sono stati i partecipanti alla gara messa a punto dal Moto Club Valsassina, gara che ha previsto lo svolgimento di due cross test fra Barzio e Primaluna; condizionata però dal maltempo, è stata abbreviata da tre a due giri, l’ultimo dei quali percorso dai piloti fra prove di equilibrismo e tuffi nelle pozzanghere.

In linea generale, ai vertici delle rispettive categorie si sono confermati i nomi più noti della Regolarità nostrana, da Caccia a Perere, da Brissoni a Gritti, da Sinigaglia a Racagni, da Fiore a Giudici, da Bettoni a Testori, da Rossi a Rivoltella, da Pietranera a Tetoldini, da Bosco a Franceschetti, da Boscariolo a Giulietti, da Vaccari ad Armanni V., da Massarotti a Marone, quest’ultimo nella classe riservata agli 80. Fra le squadre, invece, hanno trionfato i colori del Grumello Vintage nel Trofeo e della Scuderia Norelli nel Vaso.

Al termine di quest’ultima prova, sono stati decretati i campioni italiani della stagione 2015: presso la sede della Comunità montana della Valsassina, categoria per categoria sono così sfilati sul palco i primi tre classificati, mentre un gustoso buffet veniva servito a tutti i presenti. Un ringraziamento ai moto club organizzatori e ai piloti partecipanti è stato infine rivolto da Franco Mazzoleni a nome della Federazione Motociclistica Italiana; con lui, sul palco, anche il presidente del Comitato regionale, Ivan Bidorini, e il suo vice, Dario Gatti.