Fuoristrada

PIEMONTE – Mai così tanti piemontesi nel Motomondiale


Mai così tanto Piemonte nel motomondiale come quest’anno dopo un’annata di conferme e rivelazioni.

Roberto Rolfo, il nostro, sino ad oggi, miglior pilota già vice campione del mondo della 250 ora impegnato in Superbike ha esordito a Losail in  Qatar  dopo una stagione 2007 conclusa all’ottavo posto della classifica iridata. Rolfo quest’anno milita nel nuovo team Hannspree Honda Altea e porta in gara la Honda CBR 1000 RR. Nella gara d’apertura del mondiale Rolfo ha pagato il ritardo di preparazione delle Honda ed ha chiuso all’undicesimo ed al quindicesimo posto. ”Il potenziale  c’è – ha detto a fine gara –  ci serve solo un po’ di tempo per sviluppare una moto molto giovane”. In Superbike esordio invece per il ventunenne Ayrton Badovini, ingaggiato dal Team Pedercini ed alla guida della Kawasaki ZX 10R che nella prima gara ha chiuso diciottesimo e diciassettesimo destando sorpresa per essere riuscito ad  entrare in Superpole, unico con le moto verdi. “Sono contento dell’esito delle prime due gare mondiali – detto il pilota biellese – nella prima ho pagato un po’ l’emozione. Nella seconda invece non sono riuscito a partire bene”. Badovini l’anno scorso in sella alla MV F4  1000 aveva chiuso al nono posto la Coppa FIM Superstock ed al quarto posto il Campionato Italiano Superbike.


 


Il nove marzo, sempre a Losail, con le gare in notturna, inizia invece il Motomondiale che nella classe 125 vedrà l’esordio del campione italiano 2007 Roberto Lacalendola, una rivelazione ed una promessa allo stesso tempo questo diciannovenne di Piossasco che è riuscito nell’impresa di conquistare un casco tricolore in pista nella categoria più difficile. Con lui dopo i gravi postumi per un incidente ed una stagione di riassetto torna Bianco con la seria intenzione di risalire la china. Con loro anche Gabriele Ferro secondo l’anno scorso nel Campionato Italiano sempre della 125.


 


Non sarà invece più della partita Guglielmo Tarizzo, Campione Europeo della


Supersport con la Honda CBR 600 RR, che ha deciso di appendere il casco al chiodo. Ma il 2008 vede in cerca di riconferme anche Roberto Airoldi, Campione Italiano Supermono e quarto classificato al Manx GP dell’Isola  di  Man  nella  classe Newcomers 400 cc. Massimo Accornero, secondo nella classe Open al Trofeo Motoestate in sella ad una Honda CBR 1000 RR a cui è sfuggito il titolo per una caduta. Diego Rinaldi quarto nel Trofeo Honda CBR 600 RR Cup Classe 600 e nel Trofeo Motoestate.   Ezio Musso vincitore del Trofeo della Montagna Naked 650cc con la Suzuki e Giacomo Airola primo nel Trofeo della Montagna 250cc con la Suzuki.


 


Molta attesa c’è per Stefano Manici, secondo lo scorso anno nella classe Open del Trofeo della Montagna che avrebbe vinto se non avessero annullato la Sillano – Ospedaletto.