Fuoristrada

Pedrero vince il Sardegna Rally Race

Lo spagnolo 1° al termine di un bel duello con De Soultrait

Joan Pedrero, 38 anni, catalano di Canet Del Mar, è il vincitore del Goldentyre Sardegna Rally Race, edizione 2016. L’avversario da battere era Xavier de Soultrait, che aveva conquistato la leadership già dal prologo e mantenendola fino alla terza tappa, ma il francese non è riuscito a vincere. Decisiva, infatti, è stata la quata tappa quando Pedrero è stato autore di una grande giornata sull’anello di Arbatax: è partito primo, ha concluso nella stessa posizione la lunga Prova Speciale di 165 chilometri e ha staccato il rivale di 55 secondi. Inoltre, a causa di un involontario taglio di percorso, De Soultrait veniva penalizzato, con cinque minuti poi ridotti a tre, e manteneva la testa della Corsa ma con un vantaggio di appena 17 secondi.

Il momento decisivo si è verificato nell’ultima giornata – quella di ieri – quando a dieci chilometri dalla fine Pedrero ha approfittato di un errore di De Soultrait per andare a conquistare il successo. Questo il podio finale: 1° Joan Pedrero, 2° Xavier De Soultrait, 3° Armand Monleon. Numerosi però i piloti di spicco: Alessandro Botturi, vincitore della terza e dell’ultima tappa con l’en plein sulle prove speciali, Olivier Pain per la prima volta sulla Beta ufficiale da Dirt Racing, Kevin Benavides, prima Honda ufficiale, e poi Adrien Van Beveren, tra i protagonisti della prima ora ma “condannato” da un errore, Vanni Cominotto sul podio virtuale degli italiani che, saltato il nono posto di Helder Rodrigues, si completa con la decima posizione assoluta di Andrea Mancini.

Cinque tappe, nove prove speciali, 1.300 chilometri dei quali quasi 800 cronometrati, una lunga e intensa tappa marathon, quattro Province e ben 65 Comuni della Sardegna attraversati nel triangolo d’oro Budoni-Sa Itria-Arbatax. Questi i numeri del Sardegna Rally Race 2016

Classifica Assoluta: Pedrero (Sherco 450) in 14:31’15.00; 2. De Soultrait (Yamaha 450) a 43.70; 3. Monleon Hernandez (Husqvarna 450) a 2’17.33; 4. Botturi (Yamaha 450) a 2’56.93; 5. Pain (Beta 430) a 3’58.89; 6. Benavides (Honda 450) a 7’58.13; 7. Van Beveren (Yamaha 450) a 9’30.79; 8. Cominotto (Husqvarna 500) a 23’17.80; 9. Rodrigues (Yamaha 450) a 23’30.69; 10. Mancini (Beta 430) a 26’26.44