Fuoristrada

Nuovo Regolamento Trial – La FMI valuta la soluzione migliore per l’attività nazionale

 Roma, 28/12/12.

La Federazione Motociclistica Italiana, pur condividendo la nuova impostazione e i principi che hanno ispirato le modifiche introdotte dalla Federazione Motociclistica Internazionale in accordo con tutte le Industrie del settore nello scorso mese di Novembre (cosidetta formula “non stop”),  ha attentamente analizzato tutte le diverse problematiche, sia  di ordine tecnico che sportivo, che un’immediata applicazione creerebbe nell’ambito dell’attività nazionale e territoriale. Attività che la FMI ha il dovere di salvaguardare anche nell’ottica della promozione e dello sviluppo della specialità.

Quanto sopra, unitamente alle oggettive difficoltà dei Moto Club organizzatori, dei piloti, dei tracciatori e dei giudici di zona, che si trovano di fronte ad  un cambio di mentalità e di operatività che richiede un periodo di sperimentazione, che ci auguriamo possa essere adeguatamente supportata dalle strategie che la FIM vorrà adottare per divulgare le nuove regole.

Pertanto tutta l’attività nazionale e territoriale 2013 verrà svolta con i regolamenti 2012 con alcuni aggiornamenti già previsti da tempo e che verranno pubblicati nei prossimi giorni; peraltro il settore Trial conferma che sono allo studio manifestazioni dimostrative nelle quali verrà adottato il nuovo regolamento.

In questo modo si ritiene di salvaguardare l’attività di base e i nuovi praticanti con una progressiva introduzione della  “non stop” basandosi anche sulle diverse esperienze e valutazioni che scaturiranno nel corso del Campionato Mondiale Trial.