Motitalia

Motitalia Maggio 2010 – Proteggersi è importante

Andare in moto è bello. Proteggersi è intelligente. Le due cose possono e devono convivere. Perché il pericolo è sempre in agguato. E alcune volte non perdona…

 

Se dimentichiamo il fine settimana di Pasqua, qualche giorno di bel tempo è finalmente arrivato. E in molti abbiamo tirato fuori la moto dopo le “vacanze” invernali.

Il piacere di muoversi in piena libertà, a contatto con l’ambiente, in piena sintonia con se stessi, non lo devo certo ricordare io. Non c’è più il “vento tra i capelli” di una volta, ma mi sembra un sacrificio davvero minimo, rispetto alla protezione che garantisce un casco (omologato!).

Se poi decidiamo di essere un po’ più “furbi”, e aggiungiamo anche le protezioni ormai abituali a schiena, spalle, gomiti e magari, ancora un po’ più furbi, ci ricordiamo anche di  ginocchia e malleloli…, è una bella dimostrazione di intelligenza. Insomma, se l’andare in moto è fatto in modo cosciente, la possibilità di aggiungere tranquillità ad un piacere impagabile, mi sembra un’accoppiata impareggiabile.

 

Non possiamo obbligarvi ad usare le protezioni, ma di sicuro vogliamo provare ad offrire una protezione assicurativa utile. A parte la convenienza della Polizza Epoca, ormai consolidata e nota a tutti, mi piace ricordare l’opportunità della Polizza Moto Moderne, rinnovata a partire dall’inizio di questo mese. Abbiamo verificato, nelle settimane passate, che molte richieste di preventivo venivano da proprietari di moto di grande cilindrata: abbiamo dunque chiesto alla Compagnia di prestare un’attenzione particolare a questi “clienti”, rimodulando per quanto possibile le tariffe loro riservate. Genialloyd ha risposto positivamente e le nuove tariffe sono già disponibili attraverso il nostro Preventivatore (dal sito www.fmiservizi.it). Non sarà, ancora una volta, la soluzione a tutti i problemi del “caro polizze”, ma mentre le tariffe tradizionali stanno subendo continui e cospicui aumenti, ci sembra di avere compiuto un altro importante passo avanti a favore dei Tesserati. Nel frattempo, continuiamo a lavorare per cercare nuove convenzioni, in un settore comunque molto “complesso” e in un momento economico e generale molto difficile.

Allo stesso tempo, nelle pagine successive leggete delle novità legate alla Tessera Member, che può ora offrire una copertura assicurativa anche a chi partecipa ad una semplice “gita sociale” del proprio Moto Club. Un’altra opportunità decisamente interessante, che vale la pena di prendere in attenta considerazione.

 

Nel frattempo, i Campionati del Mondo sono in pieno svolgimento. Aprilia, Ducati, Rossi, Cairoli, Biaggi, Philippaerts, Albergoni e gli altri “ragazzi” dell’enduro, il Team Gresini, il “vecchio” Capirossi, sono in piena azione. E ancora una volta ci stanno regalando emozioni straordinarie. Un caloroso grazie a tutti, a nome dei Tesserati FMI e anche di un po’ tutti gli italiani, visto che ultimamente riusciamo ad attirare l’attenzione anche dei più importanti mezzi di comunicazione “generalisti”.

Altri piloti italiani, invece, anche di recente, sono stati meno fortunati di Luca Manca. Il motociclismo è pericoloso. Quello per strada e quello sportivo. In entrambi i casi, qualche volta, non perdona. Dobbiamo esserne coscienti. Ecco perché ho parlato di protezioni e assicurazioni. Chi fa sport lo sa, e cerca di proteggersi al meglio. Ma anche chi usa la moto tutti i giorni, dovrebbe esserne cosciente e comportarsi con intelligenza.

 

Paolo Sesti