Moto Club

MC Trasimeno. Rinnovato il direttivo

Va nel segno della continuità l’esito dell’Assemblea Ordinaria del Moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago che si è tenuta nella Sala Stampa della pista internazionale “Vinicio Rosadi”, a Gioiella.

Il rinnovo del consiglio direttivo per il quadriennio olimpico 2017 – 2020, scaturito dal voto dei soci, ha fatto infatti registrare l’integrale conferma della dirigenza uscente, con dodici consiglieri rieletti, e cinque new-entry, con tre debutti (Daniele Parrettini, Marco Bondi e Luca Bittarelli) e due graditi ritorni, quelli di Sergio Miscio e Mario Tozzo. La novità più importante riguarda invece il vertice dell’associazione al quale non si troverà più, dopo ben 11 anni, Giandomenico Baldi; nuovo Presidente del “Trasimeno” è infatti Paolo Burini, da circa 35 anni componente del consiglio e Direttore di Gara internazionale.

Dunque un passaggio di consegne  non traumatico, proprio – come detto – nel segno dell’assoluta continuità e dovuto ad una circostanza che conferma il valore dei dirigenti cresciuti nel moto club castiglionese e la stima di cui godono in un ambito nazionale (ed oltre).

Baldi, da 29 anni consigliere, è stato infatti costretto alle dimissioni in seguito all’impossibilità di conciliare la presidenza con un importante incarico assegnatogli dalla Federmoto; il “pupillo” di Vinicio Rosadi, l’uomo che ha proiettato Castiglione del Lago nell’olimpo del motocross mondiale, è stato infatti chiamato dal nuovo Presidente federale Giovanni Copioli a ricoprire la carica di Coordinatore del Gruppo Ufficiali Esecutivi l’organismo, cioè, che raggruppa il personale (Direttori di Gara, Commissari di percorso, Ufficiali di zona del trial) che garantisce la regolarità sportiva e la sicurezza delle competizioni.

Baldi ha comunicato le proprie dimissioni il 12 gennaio scorso, a norma di statuto a portare avanti l’ordinaria amministrazione è stato il vice-Presidente vicario Mauro Petrucci che ha anche convocato l’assemblea dei soci.

E’ stato il Presidente uscente a proporre all’assise il nome di Paolo Burini per la sua successione e non c’è stato neanche bisogno di ricorrere alle urne visto che i soci lo hanno eletto per acclamazione.

A sua volta Burini, dopo un breve discorso di insediamento, in cui sono stati soprattutto scanditi gli imminenti impegni organizzativi, ha proposto per Baldi la Presidenza onoraria del M.C. Trasimeno con il diritto di presenziare alle riunioni del direttivo. Ed anche in questo caso la risposta dell’assemblea è stata compatta e favorevole.

In precedenza erano stati approvati il Bilancio di previsione 2017 ed il programma organizzativo che, a Gioiella, prevede, quattro appuntamenti: il campionato italiano Senior e Femminile, il 10 e 11 giugno, il Trofeo Centro Italia Junior (7/8 ottobre) e due gare interregionali valide anche per i campionati umbro, marchigiano e toscano, rispettivamente il 22 e 23 aprile ed il 9 e 10 settembre.

Non sono mancati momenti di profonda emozione durante il saluto che Giandomenico Baldi ha rivolto all’assemblea dei soci anche in presenza di Mara Colligiani, storica segretaria del “Trasimeno” fino a che non ha assunto la Presidenza del Comitato regionale umbro della Federmoto. Baldi si è dichiarato soddisfatto del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti ma non ha mancato di fare un accenno al sistema organizzativo del motocross che ha impedito all’associazione di raccogliere frutti sempre proporzionati all’impegno profuso. “Insieme abbiamo scritto un pezzo di storia del motociclismo – ha affermato il Presidente uscente – che lasciamo in eredità a chi verrà dopo di noi e di cui possiamo essere fieri”. Baldi ha infine rivolto un attento ringraziamento alle Istituzioni, ai soci, ai colleghi del Direttivo, citando uno per uno, per nome, i collaboratori più stretti ed ha lasciato l’ultimo ricordo per Vinicio Rosadi affermando che con il “Presidentissimo” hanno avuto “una sola anima, un solo cuore, un solo sentimento: il Moto Club Trasimeno”.

Anche il neo-Presidente Paolo Burini ha ringraziato l’assemblea per la stima e la fiducia dicendo, tra l’altro, che “l’azione del vertice potrà essere efficace solo grazie all’apporto di tutti” e, prima di affrontare il programma di lavoro, ha affermato che si impegnerà “a restituire quel tanto di impegno, passione, entusiasmo ricevuto negli anni dai soci e dal moto club”.

Il nuovo Consiglio Direttivo del Moto Club Trasimeno risulta quindi composto da Beniamino Filoni, Adriano Luigetti, Benito Magionami, Mauro Petrucci ed Andrea Valenti, che hanno fatto il pieno di consensi, e da Luca Bittarelli, Massimo Massinelli, Roberto Menozzi, Sergio Spadoni, Gianluca Tanganelli, Marco Bondi, Paolo Luigetti, Daniele Parrettini, Mario Tozzo, Simona Filoni, Flavio Luigetti e Sergio Miscio.