Moto d'Epoca

Italiano MX Epoca

Ecco i campioni

Sabato 10 e domenica 11 ottobre sulla storica e tecnica pista di Lovolo (VI) si è concluso il Campionato Italiano Motocross d’Epoca. I due turni di prove libere del sabato si sono disputati sotto un cielo nuvoloso, con raffiche di vento che spazzavano i veloci saliscendi del tracciato, mentre domenica è tornato il sole.

Buona la partecipazione dei piloti, in linea con la media di tutto il Campionato: 159 conduttori si sono schierati ai vari cancelletti di giornata. Al termine delle due finali per ogni classe, gli ultimi vincitori del 2015 sono stati: nella A1 Kekkin su Suzuki, nella A2 Renzo De Santis su CZ, nella A3 Franco Malanchini su Maico e nella B un ottimo Franco Picco su Villa, nuovamente vincitore sulla pista che lo consacrò Campione Italiano Senior nel 1978″, sempre su Villa.

Nella classe C ha vinto Alessandro Orbati su Villa, nella D1 Gianni Gismondi su Honda, nella D2 Gianluca Ravaglia su Suzuki, nella D3 Mattia Iseppi su Kawasaki, nella E1 Michele Pierucci su Villa, nella E2 Massimo Signorin su Yamaha, nella E3 Riccardo Giannecchini su Honda, nella E5 Giorgio Orbati su TGM, nella F1 Renzo Pitton su Gori, nella F2 Ruben Zappoli su Bombaci, nella G la new entry Alessandro Gatti su Honda e nel Gruppo 4 Oreste Ticozzelli su Montesa.

Ecco quindi i nuovi Campioni Italiani 2015: nella classe A1 Kekkin, nella A2 Fiorello Sberzé, nella A3 Franco Malanchini, nella B Gianluca Gallingani, nella C Alessandro Orbati, nella D1 Gianni Gismondi, nella D2 Claudio Giachi, nella D3 Marco Ferrari, nella E1 Michele Pierucci, nella E2 Massimo Signorin, nella E3 Riccardo Giannecchini, nella E4 Antonio Rigoni, nella E5 Alessandro Orbati, nella F1 Claudio Rabito, nella F2 Carlo Grotto, nella G Andrea Bisi e nel Gruppo 4 Gianluca Gallingani. Durante la premiazione finale sono state consegnate le coppe e trofei di giornata, con le medaglie e le prestigiose tabelle oro consegnate ai Campioni Italiani. A questo punto non rimane che prepararsi per il 2016, quando l’Italiano Motocross d’Epoca si svolgerà ancora su sette prove.

Per quanto riguarda invece il Trofeo delle Regioni, gara unica andata in scena nella stessa giornata e sulla stessa pista, le squadre regionali erano composte da quattro piloti. Al termine delle dodici finali ha prevalso la Lombardia per un punto sulla Toscana. Al terzo posto l’Emilia Romagna, al quarto la Toscana 2, al quinto posto il Friuli a pari punti con il Piemonte, quest’ultimo sesto vista l’età minore dei suoi piloti.