Fuoristrada

Italiano Motorally – Mancini è campione Botturi domina l’ultimo Round

 Location inedita per la sesta e conclusiva prova del Campionato Italiano Motorally. Il Ciocco, l’enorme tenuta in provincia di Lucca che ospita da sempre molti eventi motoristici, questa volta ha accolto la carovana del Motorally grazie al lavoro di Fabio Fasola.

Una vittoria schiacciante non è bastata ad Alessandro Botturi per recuperare i quattordici punti di svantaggio che aveva alla vigilia da Andrea Mancini. Il perugino, che partiva per primo, ha corso badando a non commettere errori. Botturi invece, su terreni enduristici a lui congeniali, non ha avuto rivali in grado di impensierirlo e si è aggiudicato tutte e quattro le prove speciali della giornata. Pesante il distacco rifilato a Mancini, quasi quattro minuti, mentre il portacolori della Beta, nuovo campione italiano assoluto, ha avuto la meglio su Glauco Ciarpaglini per soli due centesimi. I tre piloti sul podio della gara del Ciocco occupano anche le prime tre posizioni della classifica finale del tricolore, con Andrea Mancini che succede sul trono a Botturi, mentre Ciarpaglini è terzo. I due protagonisti dell’intera stagione si sono praticamente scambiati i titoli: lo scorso anno Botturi vinse il Motorally e Mancini il Raid TT, quest’anno le posizioni si sono invertite.

Quarto posto in gara per Marco Iob, giovane promessa che al Ciocco ha ottenuto il suo miglior risultato stagionale, proprio davanti a un altro giovane, Luigi Martelozzo.

Oltre all’assoluto Mancini i nuovi campioni di classe sono: Michele Lombardi (Classe A), Mauro Uslenghi (Classe B), Niccolò Pietribiasi (classe C), Andrea Mancini (classe D), Luca Vecchi (Classe E), Andrea Fesani (Classe F), Alessandro Devalle (Classe G), Serena Ghione (femminile), ABC Old Farm Racing (Team), MC Fast Team (Moto Club) Nicola Morgantini (Trofeo Sport), Guido Fedeli (Trofeo Under 23), Stefano Frassini (Trofeo Veterani).

 

Va così in archivio la stagione 2014 del Motorally, un’annata che ha avuto una partecipazione costantemente elevata proponendo sempre gare di alto contenuto tecnico. La disciplina ha ormai raggiunto una maturità elevata, come ha confermato Antonio Assirelli, Coordinatore Nazionale: “E’ stata una stagione veramente perfetta, tutte le gare sono state gestite al meglio grazie al costante lavoro dei moto club, del Rally Managing Group e grazie anche alle nuove tecnologie che utilizziamo per controllare la corsa e la posizione dei piloti. Dobbiamo continuare su questa strada, è quella giusta come ci viene confermato dall’elevata partecipazione dei piloti, con alcuni grossi nomi dell’enduro che stanno apprezzando le gare con la navigazione.”