Fuoristrada

Int. d’Italia Supermoto – A Pomposa è pole di Hermunen

La giornata ventilata con il sole caldo della Romagna non frena le prime sfide che hanno aperto oggi la quarta prova degli International Series e Campionati Italiani di Supermoto, tutti in pista per le qualifiche degli schieramenti che domani con le finali assegneranno altri punti importanti per la corsa ai titoli.
Pomposa, sede della quarta delle sei prove internazionali previste dal calendario 2012, ha aperto nuovamente le porte ai campionati nazionali più spettacolari d’Europa, presentando un tracciato di 1.120 metri di cui 180 di off road.
Centodieci concorrenti sulle griglie di partenza, rappresentano il segnale più esplicito della buona condizione con cui il campionato prosegue il suo cammino nella stagione dello sliding 2012.
Un altro risultato organizzativo che va interpretato come diretto riconoscimento per il lavoro svolto da Youthstream Events, che continua a curare minuziosamente tutti gli aspetti organizzativi.
Dall’intensa giornata di prove ufficiali e poi qualifiche sono scaturiti responsi tecnici interessanti, con la pole che alla fine dei 40 minuti ha visto svettare su tutti in classe S1 il finlandese leader internazionale Mauno Hermunen. Il pilota TM del team SHR ha conquistato la pole con il tempo record di 1’09.257, realizzato dopo una successione di giri veloci per opera di alcuni dei migliori avversari in pista. Alla conclusione del tempo Hermunen ha preceduto il francese leader mondiale Thomas Chareyre (TM Factory Racing), quindi il campione del mondo in carica Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels) e lo strepitoso pilota locale Fabrizio Bartolini (HM Honda Racing) che ha anticipato il compagno di squadra e capoclassifica nel tricolore, Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), ma anche Paolo Gaspardone (Honda V2 Icomoto), Massimo Beltrami (Honda TDS Faor), Elia Sammartin (Suzuki Racing Team Pergetti), il britannico Matthew Winstanley (TM SHR), Mattia Martella (Ktm Motoracing) per i top ten.
In classe S2 è Matteo Piva (Honda) a staccare il tempo migliore nel turno di qualifiche. Con il tempo di 1’10.668 il trevigiano ha anticipato il pesarese Marco Dondi (TM) e l’olandese Devon Vermeulen (Ktm) giunti nell’ordine davanti a Yuri Guardalà (Honda) e al leader in graduatoria Luca D’Addato (Honda). In classe S3 Lorenzo Promutico (Honda) è risultato il più veloce della giornata con il giro record di 1’06.668 che gli ha permesso di anticipare nell’ordine Riccardo Lodigiani (Honda) e il capofila in campionato Edoardo Gente (Yamaha).
In Coppa Italia FMI il turno di qualifica ha permesso di evidenziare le doti velocistiche di Alessandro Ghirelli (Suzuki) grazie al tempo di 1’12.007 in virtù del quale ha preceduto Marzio Ravaioli (TM), Luca Brambilla (Yamaha) e il capoclassifica Giulio Lorenzini (Honda). Infine le qualifiche del monomarca HM Honda, che ha visto fermare le lancette del giro migliore di questa quinta prova al leader di campionato Bryan Ciarlatini con 1’14.126 davanti ad Andrea Spadaro e Julien Malatino.
Domani, l’intensa giornata di gare si aprirà alle ore 9,00 con i warm-up del Trofeo Ducati Hypermotard 796 Cup, quindi le prime manche di Campionato Italiano e Coppa Italia e, dalle 14,30, anche le finali internazionali con un pomeriggio denso di gare che consentiranno di conoscere i protagonisti di questa prova ferrarese.