Fuoristrada

Int. d’Italia Supercross – La cronaca del 3° round 2012

Gli Internazionali di Supercross hanno riempito le tribune del Moto Club 360° FreeStyle. Anche stavolta i piloti hanno messo a “fuoco e fiamme” la pista regalando gare imperdibili per gli appassionati del Supercross. Tutto è stato organizzato e preparato ineccepibilmente dallo staff del 360°, ma quello che non poteva essere “preparato” e che come sempre c’è stato, è lo spettacolo.
SX1 – Quale auspicio migliore per un Campionato se non quello di vedere tanti piloti in lotta per il titolo e una classifica nella quale nessuno riesce a svettare in assoluto su tutti. E così, dopo la leadership di Christophe Martin (Honda A-Team Fogliaro Racing – 99pt.), poi di Alexander Rouis (Honda MB Team – 86pt.), le incursioni di Davide Degli Esposti (Suzuki MD Racing – 75pt.), nello squadrone d’attacco della SX1 il volo verso la vittoria è quello di Angelo Pellegrini (Honda Martin Racing – 102pt.) che vince Qualifica, Gara #1 e Gara #2. Lo spettacolo non è stato solo quello delle sue pennellate in velocità sulla pista, ma sicuramente la lotta che si è scatenata per il dominio delle manche. L’Italiano è il più veloce di tutti in gara e nonostante una partenza compromettente in Gara #1 tira fuori grinta e gas e prende la testa della corsa. In Gara #2 passa la prima curva subito tra i primi e una volta davanti punta con determinazione alla bandiera a scacchi. Vince la classifica di giornata e conquista la Tabella Rossa. Rouis lo insegue in Gara #1 con tutta la potenza della sua stazza fisica e del motore della sua Honda, la sua corsa sembra inarrestabile anche in Gara #2, durante la quale partendo dalle retrovie è costretto a spingere in rimonta fino a che una caduta lo obbliga allo stop escludendolo dalla lotta. Martin nella prima manche sembra non avere un eccellente feeling con la pista: siamo abituati a vederlo “smanettare” e saltare con maggiore convinzione rispetto a quella che mette in campo in Gara #1, dove conclude dietro al connazionale Rouis. In Gara #2 si lancia in un confronto di velocità e whips con Pellegrini ma non riesce a domare la furia scatenata dell’Italiano. Bella anche la prova di Degli Esposti che conferma il suo essere lì, pronto a dare la sgassata per il sorpasso decisivo. Stefano Dami (Honda MB Team – 72pt.) “fa scuola di Supercross” dando dimostrazione di sicurezza e tecnica e rimanendo tra i possibili canditati al podio finale. Michael Mercandino (Honda Italian Factory – 64pt.) ha gas, stile e determinazione ma deve ancora trovare l’alchimia giusta per concretizzare tutto l’impegno che sta mettendo in sella alla sua Honda. Sicuramente la strada da percorrere è quella giusta.
SX2 – Il Round di Piano di Coreglia non è valido ai fini del Campionato ma sicuramente lo è stato per la sfida personale di Tommaso Vendramini (Suzuki Italparts) nel riacquisire concretezza e dimestichezza: vince davanti ad un veloce Andrea Winkler (Honda Nikon) e un ottimo Andrea Grammatico (Honda MB Team). La palestra della SX2 si sta allenando per il Round decisivo a Eicma MotoLive.
SX125 – Se dovessimo dare un giudizio complessivo sulla categoria la nostra sarebbe una standing ovation: tanti i giovani bravi e motivati che si schierano alla griglia di partenza e che accendono lo spettacolo di questo Round ufficiale. La Finale è a tutto gas e Davide Bonini (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra – 40pt.) intasca meritatamente anche questa vittoria di giornata, sorpassando negli ultimi giri Simone Furlotti (Suzuki Castellari – 32pt.) che esprime il suo grande potenziale sia in gara, dominando quasi tutta la manche, che vincendo nella qualifica. Tommaso De Pietri (Suzuki Castellari – 32pt.) completa il tridente a podio, siglando il suo terzo posto nella generale a pari punti con il compagno di squadra e, nonostante uno scivolone, conferma le sue potenzialità di vittoria. Edoardo Bersanelli (Yamaha BigJump – 26pt.) ha gas e voglia di concretizzare il risultato ma “inciampa” troppo spesso e compromette la gara. E che dire di Alain Sbrocca (KTM Dengio Racing – 20pt.) che appare d’improvviso in questo Campionato e subito si inserisce tra i protagonisti, confermandosi in questa prova? Ottimo.
SuperMini – Filippo “Il Puma” Zonta (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra – 37pt.) rientra in questo Round nuovamente valido per la classifica di Campionato e da la sua zampata artigliata vincendo la classifica di giornata e conquistando la leadership a pari punti con Nicola Soave (KTM Bisso Galeto – 37pt.), che non si fa intimorire e corre per vincere fino all’ultimo. Nicholas Lapucci (KTM Cevolani Racing – 28pt.) conquista meritatamente la terza piazza. Gabriele Oteri (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra – 13pt.) conclude quarto e Andrea La Scala (KTM Mc Gentelmen – 22pt.) completa il podio in quinta posizione.
Da sottolineare la defezione di Brian Hsu (Rockstar Energy Suzuki Europe – 15pt.): il giovane pilota gira fortissimo durante le prove ma la sua prestazione è compromessa da una bronchite che gli impedisce di schierarsi al cancello di partenza.
Un augurio a Filippo Grigoletto (Suzuki DJ Racing – 10pt.) incorso in una spettacolare caduta che sembra non aver compromesso la sua possibile partecipazione al prossimo Round.
OffRoad Pro Racing vi aspetta sabato 21 Luglio a Gonars (UD) per l’appuntamento conclusivo della classe SX1, dove si assegnerà il titolo di Campione Internazionale di Supercross 2012.