Velocità

Il CIV torna in pista

Sabato 10 marzo, alle ore 11, presso la sala stampa del mitico autodromo di Monza, gli organizzatori di Sport Promotion e la Federazione Motociclistica Italiana presentano il CIV 2007 con la consueta conferenza stampa d’inizio stagione. Nella circostanza i team iscritti al CIV e al Trofeo Yamaha effettueranno dei test, in vista dell’inizio della stagione tricolore. I piloti, i tecnici, i media e gli addetti ai lavori ormai non hanno dubbi: il CIV continua a crescere, garantendo: elevata qualità tecnica, spettacolo, sicurezza e visibilità, con la professionalità che si riconosce solo alle competizioni internazionali. È così che l’attesa si fa vibrante per il nuovo percorso che assegnerà i 4 caschi tricolore 2007. Confermate le quattro classi in gara: 125 G.P. Marvic, Superstock 1000 Motociv.com, 600 Super Sport Rapid Bike e Superbike PBR – EK. Anche grazie agli incentivi adottati dalla FMI in accordo con le Case, la 125 GP, a pieno regime, potrebbe avvicinarsi a riempire la griglia. In questa categoria spiccano i talenti RCGM Simone Sancioni, Erik Fabbi e il giovane Lorenzo Savatori in sella alle Aprilia, così come, sempre sulle moto di Noale scende in pista il neonato team nato dalla Junior G.P. che schiererà il tridente Fabio Massei, Andrea Mosca e Ferruccio Lamborghini. Da non sottovalutare anche le Honda di Moretti (CRP), Caraffini (Emmebi), Vivarelli (Racing Service) e Scambia (Ticinohosting MTR). Nella Superstock 1000, al fine di limitare i costi, saranno concessi solo sei treni di gomme per ogni gara. Qui la lista degli iscritti è affollata e ci sarà da tenere d’occhio le Yamaha Lorenzini del comasco Claudio Corti e del pugliese Michele Pirro e quelle di Perotti e Baiocco; ma attenzione anche alle Ducati di Baroni, Pellizzon e Romanelli, oltre che alla Suzuki di Ivan Goi e alla MV Agusta di Marco Petrini, tornato nel CIV dopo la parentesi mondiale nella ottavo di litro La 600 Super Sport si chiamerà Rapid Bike. Si rinnova il duello tra Massimo Roccoli (Yamaha – Lorenzini) e Gianluca Vizziello (Yamaha – RG). Ma sono pronti ad inserirsi anche Giansanti (ve lo ricordate?), Mariottini, Alessandro Antonello (Kawasaki – M2), Franco Battaini (Yamaha – TNT) e Nuccio Zerbo (Yamaha – Tienne). La Superbike rimane legata al marchio PBR – EK. Il campione 2006, Marco Borciani, sarà ancora in sella alla Ducati del suo team; e non mancheranno gli esperti protagonisti della serie tricolore: Pedercini (Ducati), Conforti, passato alla Honda Emmebi, l’ex-iridato Alex Gramigni (Yamaha) e il campione 2005 Norino Brignola (Ducati). Il calendario, adeguato all’agibilità dei circuiti, prevede sei sfide: due al Mugello, due a Misano, poi Monza e quella Vallelunga assurta ormai al rango mondiale. E tutti i circuiti ospiteranno, contestualmente al CIV, il Trofeo Yamaha R6 Cup, confermato quindi il pluriennale accordo che lega il CIV al trofeo promosso dalla casa giapponese, un torneo che da anni regala grandi emozioni. Da segnalare un interessante corollario: la novità del Moto Market Show (10 e 11 marzo), mostra mercato di moto usate aperta ai privati e ai concessionari del settore, allestita sempre nell’ambito dell’autodromo di Monza