FMI

Fuoristrada. In Abruzzo il Consiglio Regionale conferma la modifica richiesta dalla FMI

Dopo circa un mese dall’audizione della FMI presso la III^ Commissione della Regione Abruzzo – Agricoltura, Sviluppo economico e Attività produttive, finalizzata ad inserire l’emendamento Berardinetti-Sospiri alla legge regionale 3 2014, il Consiglio Regionale dell’Abruzzo ha definitivamente approvato il PDL n.304/2016.

L’accoglimento dell’emendamento Berardetti-Sospiri (relativo alla circolazione di mezzi fuoristrada nella Regione) evita il blocco assoluto dei mezzi su strade bianche e piste, aprendo la possibilità al transito su tali percorsi sia per attività sportiva che per attività turistica.

Il Coordinatore del Dipartimento Politiche Istituzionali FMI – Tony Mori – ha espresso grande soddisfazione per questo traguardo raggiunto, sottolineando come “anche questo risultato – ha dichiarato Mori – sia il frutto di un paziente e costante lavoro di dialogo con le Autorità affinché l’attività motociclistica possa esprimersi nel rispetto delle regole e dei diritti di tutti

Di seguito il testo dell’emendamento approvato: Fatto salvo quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 recante Nuovo codice della Strada, nei boschi e sui pascoli come definiti dall’art. 3, è proibita la circolazione di mezzi meccanici motorizzati al di fuori delle strade e piste esistenti e l’eventuale loro sosta oltre i 3 metri lineari dai rispettivi cigli, fatte salve le esigenze di pubblica incolumità ed eccettuati i casi di cui ai commi 3 e 4, per i quali è consentita anche la sosta di veicoli nelle aree ricomprese entro 3 metri lineari dal ciglio delle strade comunque carrozzabili.