Moto d'Epoca

FMI “multitasking” apre con succeso una finestra sul mondo dell’epoca

Ad Arco di Trento la scorsa settimana si è svolta la terza prova del campionato italiano di motocross d’epoca.
Chi ha presenziato alla gara si è accorto subito della presenza di piloti venuti dalla Svezia e dalla Finlandia: in pratica un vero e proprio evento nell’evento,  una manifestazione internazionale nel contesto del campionato italiano. 
Sono stati invitati rappresentanti di altre nazioni europee per sfidarsi in un trofeo a squadre nella classe 50cc di cross d’epoca.
E’ un progetto ideato da Alfredo Talin e portato avanti dal Comitato d’Epoca della F.M.I.,  ripercorrendo  i viaggi fatti negli anni passati a Linkoping in Svezia, da un gruppo di amici che rappresentavano la maglia azzurra nel motocross d’epoca.
L’agonismo e la grande amicizia hanno poi avuto il loro momento più bello alla sera del sabato, quando sotto i tendoni è stata organizzata una grande festa dal gruppo degli amici veneti a suon di spiedini e birra alla spina.
Sicuramente un  primo passo che potrebbe portare nei prossimi anni ad un evento che possa coinvolgere molti  appassionati da tutta europa.
Al trofeo  hanno partecipato 25 cinquantini, tutti con moto italiane e per dovere di cronaca, è stato vinto da Italia “D”, con la  Svezia al secondo posto e la Finlandia al terzo, ma a conferma della grande amicizia tutti gli italiani sul podio hanno ceduto le loro coppe ai piloti venuti da più lontano con l’augurio che la prossima volta possano essere veramente in tanti.
La coppa del trofeo “Renato Rebuschi” seguirà le gare nei prossimi anni, passando di mano alle squadri vincenti