Motociclismo

Emergenza sisma: progetto campi ludico-sportivi

Il Comitato Provinciale CONI di Modena si stringe attorno alle popolazioni colpite dal tremendo terremoto nelle terre della bassa modenese. Il presidente Franco Bertoli e la Giunta, con tutto il movimento sportivo modenese, è vicino agli atleti, familiari e dirigenti delle società sportive che svolgono una intensa e meritevole attività promozionale nelle stesse zone dove il sisma ha duramente colpito.
Il CONI Modena insieme agli Enti di Promozione Sportiva e all’Ufficio Scolastico Provinciale – Ufficio XII si sta muovendo per organizzare un progetto finalizzato ad allestire, nei Comuni colpiti dal terremoto, alcune aree ludico-sportive in cui operare in sicurezza per intrattenere i bambini e i ragazzi , non appena le Amministrazioni comunali interessate, in accordo con la Protezione Civile presente in loco, avranno individuato le aree e le modalità di intervento idonee.
Quello che possiamo fare ora è raccogliere la disponibilità di quanti – animatori e volontari, insegnanti, tecnici sportivi, laureati e laurendi in Scienze Motorie, psicologi - si mettono a disposizione per operare, a turno, in queste aree attrezzate per l’attività ludico-sportiva, non appena saranno pronte.
L’obiettivo che ci poniamo fin d’ora è quello di allestire un progetto che, una volta attivato, possa proseguire con continuità nel tempo fino a sovrapporsi con l’auspicata ripresa delle normali attività – sia scolastiche che sportive.
Notizie aggiornate su questo progetto verranno pubblicate sul sito www.modena.coni.it
Ad oggi chiediamo una disponibilità di massima per iniziare a stilare una lista di persone da coinvolgere. Chi offre disponibilità verrà poi aggiornato non appena avremo ulteriori indicazioni di operatività.
Per aderire è sufficiente compilare il modulo allegato e inviarlo via e-mail all’indirizzo conimodena@gmail.com (oggetto: emergenza sisma) o via fax al numero 059/374667.
Per informazioni: tel. 059/374633
Ringraziando fin d’ora per la disponibilità, porgiamo cordiali saluti.

Il Presidente
Franco Bertoli

Scarica il modulo