Mototurismo

Ecco la Rievocazione storica del vecchio Circuito stradale del Mugello

Si svolgerà il 28 maggio 2017 l’ottava edizione della celebre “Rievocazione storica del vecchio Circuito stradale del Mugello”. Della durata di un giorno, organizzata dal Moto Club Borgo San Lorenzo (FI), la rievocazione storica rappresenta un evento eccezionale ed è la seconda prova del  Campionato Nazionale Motoraid (FMI) 2017.

E’ una manifestazione turistico/sportiva a basso contenuto agonistico intesa a far percorrere un tracciato prestabilito su strade aperte al traffico e di buon interesse turistico, in abbinamento a prove di abilità individuale basate sulla regolarità di marcia.

L’intera manifestazione si  svolge  su strade aperte al normale traffico di circolazione e ripercorre lo storico Circuito stradale del Mugello (attraversando quindi il passo della futa e del giogo). Ai partecipanti verranno inoltre proposte soste per visite e/o ristoro e degustazioni. Per Piloti ed accompagnatori sarà organizzato anche un pranzo a prezzo convenzionato.

Le partenze vengono date singolarmente con un intervallo di tempo stabilito dalla direzione di gara ogni 60 secondi. Ogni conduttore prende il via all’ora esatta indicata dalla direzione di gara e nella Tabella di Marcia. Il percorso stradale sarà accuratamente segnalato a cura degli organizzatori nei punti critici.

Alla partenza ed all’arrivo saranno previsti controlli orari al secondo con una penalità per ciascun secondo di anticipo o ritardo. Lungo l’itinerario sarà previsto un Controlli Timbro. All’inizio ed alla fine del percorso stradale frecciato, saranno eseguite le Prove Speciali di abilità.

Quella del Mugello è una storia che comincia quasi un secolo fa. Il viaggio parte nel 1914 come competizione di regolarità. Il primo periodo di grande notorietà è quello degli anni Venti quando a sfidarsi sui 66 polverosi chilometri, che da Scarperia salivano fino a Firenzuola per poi tornare attraverso il passo della Futa, erano i migliori conduttori di allora. Campari, Brilli Peri, Enzo Ferrari (vincitore nel 1921 della classe 4500 su Alfa Romeo), Antonio Ascari, Borzacchini, oltre, naturalmente, ad Emilio Materassi, idolo locale. Le sette edizioni svoltesi negli anni ’60 attirarono nelle verdi valli del Mugello centinaia di migliaia di spettatori, richiamati indubbiamente dalle performanti vetture Sport e Turismo in lotta per l’assoluto.

Dal Mugello stradale degli anni Venti, nasce poi un impianto destinato a rappresentare un passo in avanti nella concezione stessa di Autodromo. Progettato negli anni ’70 e poi profondamente rinnovato, il circuito si è affermato come uno dei più suggestivi, moderni e sicuri del panorama internazionale.

L’impegno dei soci del sodalizio toscano, nell’organizzazione del Moto Raid dedicato alla rievocazione storica del circuito è massimo in ossequio alla filosofia del gruppo: “vivere la moto in ogni sua sfumatura divertendoci insieme nel rispetto degli altri. Una grande famiglia pronta ad accogliere tutti coloro che nelle due ruote riversano la più grande passione”.

Per info e iscrizioni: www.motoclubborgosanlorenzo.com

La locandina