Fuoristrada

Cesari e l’EMX – Maxis Quad Championship

 Fare il pilota per mestiere: battaglie e sacrifici dell’unico pilota italiano militante nell’EMX – Maxis Quad Championship.

Ha dei dolori al busto e alla spalla sinistra ed un buco di memoria dopo il secondo turno di prove libere di sabato 3 agosto, Andrea Junior Cesari, pilota del Team Tity & Amarenas impegnato nell’EMX – Maxis Quad Championship. Durante le qualifiche della 4^ prova europea che si è svolta a Kivioli in Estonia, Andrea ha avuto un incidente di cui ad oggi non ricorda nulla. Racconta Francesca Cesari, la sorella che lo segue a tutte le gare: “Andrea è svenuto con la caduta, quando lo abbiamo raggiunto c’erano un paio di piloti che si sono fermati per soccorrerlo, Warnia gli faceva ombra con la pettorina. Ci siamo spaventati. Il quad aveva il manubrio distrutto e l’ammortizzatore scoppiato”. “Non ricordo la dinamica dell’incidente – racconta Andrea – ma abbiamo ricostruito che giravo intorno alla terza/quarta posizione, probabilmente stavo spingendo, stavo andando bene.” Andrea fa un po’ di fatica a parlare, ma gli impegni lo chiamano ed è già diretto verso la Lettonia, dove l’11 agosto si svolgerà la 5^ prova dell’europeo. Fare il pilota per mestiere e non solo per piacere significa anche questo: dover superare infortuni e spaventi in pochissimo tempo ed essere già concentrati nella prossima sfida.

Pensi di poter gareggiare in Lettonia?

Onestamente non so se sarò in grado, dipende da come riesco a riprendermi: al momento faccio fatica ad alzare la spalla ed ho parecchi dolori, anche se non credo di avere le costole rotte. Intanto raggiungiamo il circuito lettone e poi valuteremo gli sviluppi giorno dopo giorno.

Clicca qui per leggere il resto dell’intervista su www.fmiquad.it