Fuoristrada

Al cileno Francisco Lopez Contardo la prima tappa del Rally di Sardegna

Dopo la vittoria di Matteo Graziani nel prologo toscano di Lido di Camaiore, la prima tappa del Rally di Sardegna, corsa motociclistica valida per il Campionato del mondo di cross country, sorride al cileno Francisco Contardo Lopez. Una bella vittoria quella del pilota sudamericano che, in sella alla sua Honda Crf 450 (classe 250), ha vinto la Olbia-Gavoi di 316 km, con 88 km (Piras-Mamone di Bitti) di prova speciale sulle montagne tra Padru, Buddusò, Alà dei Sardi e Bitti, e arrivo in via Roma a Gavoi. Nella corsa organizzata dal Moto Club Sardegna, alle spalle di Lopez si è piazzato il campione del Mondo e vincitore delle ultime due edizioni del rally e di due Dakar, lo spagnolo Marc Coma (Ktm 525 Exc, Classe 450), che ha preceduto il connazionale Jose Manuel Pellicer (Ktm Exc 525, Classe 450). Quarta piazza per il francese David Casteu (Ktm Exc 525, Classe 450) vicecampione del mondo, subito davanti al primo degli italiani Paolo Ceci (Aprilia Rxv, Classe 250). Settimo il trionfatore della super speciale di martedì Matteo Graziani. L’unico sardo in gara, il cagliaritano Enrico Montalbano (Ktm Exc 450, Classe 250) si è classificato ottimo dodicesimo. Nell’assoluta guida Lopez, tallonato da Coma, terzo è Pellicer, quarto Casteu, Ceci è quinto, Montalbano dodicesimo. Speciale molto bella, diversa rispetto all’edizione dell’anno scorso, con un percorso tecnico e una speciale navigata, con condizioni di gara ideali. Il fondo pietroso, unito all’osservazione del road book ha messo a dura prova i 22 piloti che partecipano alla gara mondiale. Per le condizioni del fondo stradale, sotto certi aspetti, la corsa ha agevolato i piloti italiani, più abituati a questo tipo di condizioni. La cronaca: il primo a partire da Olbia è Graziani, ma un piccolo dritto penalizza il plurivincitore del Sardegna, tanto che dopo 230 km il romagnolo viene superato da Casteu. Lo stesso francese accusa un problema alla moto e si fa passare da Coma. I due faranno la corsa insieme. Problema serio per il portoghese Helder Rodrigues (Yamaha Wr 450, Classe 250), che per attraversare un guado fa imbarcare acqua alla sua moto, compromettendo la speciale. Coma conferma le ambizioni della vigilia ma la vera sorpresa è Lopez, che alla partenza aveva dichiarato di voler semplicemente finire nei primi dieci. Al rally si tenta anche di arginare lo strapotere mondiale delle Ktm. Ci sta provando il cileno Francisco Lopez Contardo (Honda) come il portoghese Ruben Faria su Yamaha oltre a Paolo Ceci con la sua Aprilia. Ma l’impresa sembra molto ardua. Quasi una missione impossibile..


Domani giovedì 3 maggio si corre 2^ tappa Gavoi-Oristano di Km 308 con una speciale di 108  km  sulle montagne dell’Alto Oristanese, nella regione del Barigadu,  tra Allai e Usellus. Alle ore 8.30  Hotel Taloro  a Gavoi  partenza della tappa. Si  rally corre nel cuore della Barbagia e poi in provincia di Oristano.  Si può andare a vedere il rally a Tonara (Cantiere Forestale Uatzo) ad ARITZO al Texile e all’Ufficio Forestale. A Gadoni alla Miniera di Funtana a Laconi (Borgata Pirastera, Santa Sofia. Su Dominariu.) e rifornimento al distributore Ip. Ad Allai  AL Parco assistenza in via Ponte Nuovo dalle ore 11 alle ore 13. All’ingresso Cantiere Forestale Grighine. Dalle ore 11 alle ore 13.00. Rifornimento all’Agriturismo Le Quercie di Giovanni Zoncheddu sulla strada provinciale 35 Mogorella-Villaurbana al km. 17,4.. Ad Usellus (Cantiere Forestale Monte Arci  Pranu Santa Lucia con arrivo presso chiesetta di Santa Lucia. Scala Argento. Inìfine ad Oristano al traguardo in piazza Eleonora intono alle 13 e 30. Quindi la carovana si sposta a SA RODIA dove è allestito il paddock e dove si svolgeranno le operazioni preliminari e si disputa anche il prologo del Campionato Italiano che parte da Oristano.


Ordine d’arrivo della tappa Olbia-Gavoi.  1) Francisco Contardo Lopez (Cile) (Honda Crf 450, Classe 250), in 1h 39’43.15, 2) Marc Coma (Spagna) (Ktm 525 Exc, Classe 450) a 3.7, 3) Jose Manuel Pellicer (Spagna) (Ktm Exc 525, Classe 450) a 40.32, 4) David Casteu (Francia) (Ktm Exc 525, Classe 450) a 1’08.52, 5) Paolo Ceci (Italia) (Aprilia Rxv, Classe 250) a 2’08.44, 6) Ruben Faria (Portogallo) (Yamaha Wr 450, classe 250) a 3’00.93, 7) Matteo Graziani (Italia) (Ktm, Classe Marathon) a 3’53.30, 8) Gilles Tixador (Francia) (Ktm 450 Exc, classe 250) a 14’46.24, 9) Jacek Czachor (Polonia) (Ktm 450, Classe 250) a 15’49.97, 10) Francesco Tarricone (Italia) (Beta Rr 525, Classe 450) a 16’37.38.


Classifica assoluta (prime cinque posizioni): 1) Francisco Contardo Lopez in 1h 41’38.23, 2) Marc Coma a 2.63, 3) Jose Manuel Pellicer a 37.0, 4) David Casteu a 1’04.65, 5) Paolo Ceci a 2’09.06.