Fuoristrada

A Busca si corre il Mondiale Supermoto

Clima di grande attesa sul circuito internazionale Kart Planet di Busca dove sono attesi gli ultimi luxury truck degli specialisti del supermotard, per la disputa della settima prova mondiale valida per l’assegnazione del GP “Le Alpi del Mare – Les Alpes de la Mer”.


Si completa oggi, dunque, l’arrivo di tutti i protagonisti dell’evento mondiale che riporta per la seconda volta il supermotard iridato sul circuito buschese, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, quando fu assegnato anticipatamente anche il titolo della massima categoria.


Teatro di questo importante evento mondiale è un tracciato che la maggior parte dei piloti già conoscono anche per la spettacolare gara tricolore che è stata ospitata a metà giugno, nella quale si sono presentati i più forti rappresentanti della specialità. La bella e ben visibile pista vanta caratteristiche interessanti, come ad esempio lo sviluppo del tratto asfaltato di 1.420 metri e di 230 quello sterrato con una larghezza media tra gli 8 e 10 metri.


Con un palcoscenico come questo, gestito abilmente dalla Signora Lilia e il suo staff, niente sarà lasciato al caso e quindi ci sono tutti i presupposti per vedere, a partire dalle prove di domani, un grandissimo spettacolo che si concluderà domenica con le finali che assegneranno punti decisivi per l’assegnazione dei titoli mondiali.


 


Alla manifestazione hanno già dato la loro adesione tutte le più forti scuderie e le migliori Case al mondo della specialità: Aprilia, Honda, Husqvarna, Kawasaki, Ktm, Sherco, Suzuki, TM, Wrm, Yamaha.


A guidare la corsa al titolo della classe S2 (moto di cilindrata compresa tra 250cc e 750cc 2 e 4 tempi) sarà il nostro Attilio Pignotti, 38enne di Alba Adriatica, portacolori del team KTM Italia Miglio, che dovrà vedersela con il belga ufficiale Husqvarna campione del mondo 2005 Gerald Delepine, così come con il 26enne bresciano Davide Gozzini (TM factory). Più giù i britannici Christian Hiddon (Aprilia) e Matthew Winstanley (Ktm) con in mezzo l’iberico Jorge Nestor (Aprilia), mentre li seguono il pesarese dell’MRC, Lorenzo Mariani (TM), il laziale Luca Minutilli (Aprilia) dell’H2O, Robert Baraccani (Husaberg) e il compagno Simone Girolami (Husaberg – WP Team IPA), e altri ancora.


In classe S1 (moto di cilindrata compresa tra 175cc e 250cc 2T e tra 250cc e 450cc 4T) in mezzo ai due fratelli francesi Chareyre (Husqvarna), Adrien e Thomas del CH Azzalin, rispettivamente primo e terzo, è posizionato il connazionale pluri-iridato Thierry Van Den Bosch. Seguono l’ordine ancora due transalpini, Kevin Berthome (Honda) e l’ex iridato Jerome Giraudo (Aprilia). Sesto è il campione del mondo della Ktm, Bernd Hiemer, mentre ottavo è il poliziotto bolognese del team HM Giletti Assomotor, Massimo Beltrami.


Ancora un transalpino, Sylvain Bidart (Honda), e poi il pesarese del team Yamaha Evolution, Ivan Lazzarini, che cercherà sicuramente di bissare il successo ottenuto proprio a Busca nel 2006 aggiudicandosi il GP. L’ex campione del mondo francese Boris Chambon (Kawasaki) precede i felsinei Fabio Balducci (TM) e Cristian Ravaglia (Yamaha).


 


S3 ED EUROPEAN SUPERMOTO CHAMPIONSHIP


Inserita nel programma del fine settimana cuneese anche una prova dell’UEM European Championship ed S3, con la classifica che vede in testa il francese Baptiste Rheims (Ktm) in classe S3, precedendo di soli 18 punti dal nostro Tommaso Iacoboni (Honda) e 57 dal pilota di Sondalo, Riccardo Peroni (Husqvarna). In buona posizione anche gli altri: Francesco Bianconi (TM), Teo Monticelli (Honda), Edgardo Borella (Ktm), Mattia Martella (Ktm).


In classe Open Europeo comanda il ceko Petr Vorlicek (Suzuki) con 294 punti sul belga Lionel Deridder (Ktm) e sul sorprendente sammarinese Luca De Angelis (Ktm) che a sua volta precede Alberto Dell’Era (Ktm), Omar Pelliccioni (Honda) Simone Cecchetti (Honda) e il fiorentino Alessandro Tognaccini (Aprilia-PMR) inaspettato  protagonista dell’ultima prova bulgara.


 


 


CLASSIFICHE


GRADUATORIA S1: 1. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna) punti 254; 2. T. Van den Bosch (FRA-Husqvarna) 233; 3. T. Chareyre (FRA-Husqvarna) 227; 4. K. Berthome (FRA-Honda) 182; 5. J. Giraudo (FRA-Aprilia) 170; 6. B. Hiemer (GER-Ktm) 166; 7. M. Beltrami (ITA-Honda) 157; 8. S. Bidart (FRA-Honda) 156; 9. I. Lazzarini (ITA-Yamaha) 132; 10. B. Chambon (FRA-Kawasaki) 124; 11. F. Balducci (ITA-TM) 121; 12. C. Ravaglia (ITA-Yamaha) 116; 13. A. Rolland (FRA-Yamaha) 100; 14. A. Grau (ESP-Suzuki) 49; 15. R. Esterbauer (AUT) 47.


GRADUATORIA S2: 1. Attilio Pignotti (ITA-Ktm) punti 232; 2. G. Delepine (BEL-Husqvarna) 229; 3. D. Gozzini (ITA-TM) 209; 4. C. Iddon (GBR-Aprilia) 198; 5. J. Nestor (ESP-Aprilia) 159; 6. M. Winstanley (GBR-Ktm) 159; 7. L. Mariani (ITA-TM) 154; 8. A. Hlad (BUL-Ktm) 135; 9. M. Goetz (SUI-Ktm) 130; 10. L. Minutilli (ITA-Aprilia) 112; 11. M. Testu (FRA-Husaberg) 105; 12. R. Baraccani (ITA-Husaberg) 100; 13. S. Girolami (ITA-Husaberg) 85; 14. M. Verderosa (ITA-Ktm) 76; 15. A. Occhini (ITA-Husaberg) 55.


GRADUATORIA S3: 1. Baptiste Rheims (F-KTM) punti 272; 2. Tommaso Jacoboni (I-Honda) 254; 3. Riccardo Peroni (I-Husqvarna) 215; …6. Francesco Bianconi (I-TM) 118; 11. Teo Monticelli (I-Honda) 66; 12. Edgardo Borella (I- KTM) 64; 13. Mattia Martella (I-KTM) 63.


GRADUATORIA OPEN: 1. Petr Vorlicek (CZ- Suzuki) punti  294; 2. Lionel Deridder (B-KTM) 160; 3. Luca De Angelis (RSM-KTM) 147; 4. Alberto Dall’Era (I-KTM) 124; 5. Omar Pelliccioni (RSM-Honda) 119; Alessandro Tognaccini (I-Aprilia) 105; 14. Simone Cecchetti (RSM-Honda) 66.