Fuoristrada

Sardegna Rally Race: nella 1^ tappa il ritorno del “Detentore”!

Dopo la prima giornata dedicata alle verifiche ed al prologo, ecco la prima tappa. Per trovare la sintonia con i percorsi del Sardegna Rally Race 2009. Impegno moderato, e primo messaggio ai “naviganti”. Vince Cyril Despres. Trasferimento interrotto…

 

Prima Tappa, 28 maggio: Da San Teodoro a Cardedu, attraverso Bassa Gallura, Barbagia, Ogliastra. 370 KM Totali (20km + 90km PS1 + 110km Trasferimento + 70Km PS2 + 80km)77

 

Cyril Despres ha portato a termine la prima tappa del Sardegna Rally Race, tra San Teodoro e Cardedu di 360 chilometri, così, come aveva concluso il Rally un anno fa: da dominatore. Il Francese, che ha un credito di riconoscenza con la Sardegna, è tornato a scrivere con le ruote della sua KTM ufficiale il romanzo di una nuova corsa molto bella. Ha vinto la prima speciale mettendosi alle spalle il Campione della Dakar, Marc Coma, con il suo inconfondibile stile di guida: pochissima irruenza e precisione assoluta nell’esecuzione. Uno “show” molto gradito, al punto che Despres si è premurato di concedere il bis nella seconda speciale, ancora “ai danni” di Marc Coma

 

Con tre affermazioni su tre prove, il “Detentore” è anche al comando della classifica generale, naturalmente. Lo spagnolo Marc Coma, secondo, è a poco meno di un minuto di distacco dal francese, ed al terzo posto si è installato, oggi, un italiano, Andrea Mancini, il perugino che apre ancora alla prospettiva di un’interessante “comparativa” tra i Rally “africani” e l’originale Sardegna Rally Race. I grandi spazi del Continente Nero, infatti, impongono grande attenzione sulla navigazione a grande distanza, mentre il Rally italiano, oltre ad essere molto tecnico, è caratterizzato da una navigazione “nervosa”, fatta di note del road book che si susseeguono ad un ritmo serratissimo. Gli italiani, quindi, abituati ad un eccellente Campionato Italiano, sono più abituati degli “africani” a questi ritmi, ma è anche vero che la classe dei “big” si dimostra, per il momento, sufficiente per averne ragione.

 

Il Sardegna Rally Race è incappato oggi in un originale intoppo. Un allevatore ha sbarrato ai concorrenti la pista del trasferimento tra le due prove speciali, indicando a motivo il fatto che le sue mucche sono nel periodo di riproduzione. Poco dopo, però, ha chiesto duecento euro a ciascun pilota che avesse voluto passare. Gli organizzatori sono corsi ai ripari, “innestando” sul percorso un by-pass che ha avuto come conseguenza solo una differita dei tempi della tabella di marcia.

 

Domani, 30 maggio, la seconda tappa del Rally, la “coast to coast” che collegherà la spiaggia Est di Cardedu all’arenile Ovest di Arborea. Ancora circa 350 chilometri, ancora due prove speciali. Intanto è già duello tra i due migliori specialisti del mondo, Cyril Despres e Marc Coma.