Fuoristrada

Parola a Nicola Montalbini, Campione Italiano Quad Cross:”Ora il Nazioni, poi l’Argentina”

Nicola Montalbini, 34 anni da Macerata. E’ lui il nuovo Campione Italiano Quad Cross. Nuovo si fa per dire, perché il pilota marchigiano domenica 25 agosto ha conquistato il Tricolore per la quarta volta. 283 punti conquistati  in sei gare e dodici manche, + 47 sul suo primo inseguitore Andrea Jr. Cesari.
 
In questo campionato è stato tutto troppo facile?
Assolutamente no, soprattutto fino alla quarta gara quando ho dovuto lottare con il portoghese Joao Silva. Poi purtroppo a metà campionato si è dovuto ritirare a causa di un infortunio a seguito di un incidente; a quel punto ho lottato con degli avversari molto forti che hanno dovuto far fronte a noie meccaniche.
 
 Qual è stata la gara determinante?
Non ce n’è stata una in particolare, è stata fondamentale la costanza. Mi sono tolto una bella soddisfazione nella seconda gara a San Severino, ottenendo una doppietta. Poi non sono riuscito a ripetermi in quanto a doppie vittorie perché gli altri piloti vanno davvero forte.
 
 Quali sono i suoi programmi futuri?
Il 13 ottobre sarò al Quad Cross delle Nazioni di Cingoli, l’evento più importante dell’anno. Inoltre ho preso contatti per correre l’Enduro del Verano in Argentina ad inizio 2014 con la moto del mio amico del posto, Adriano Mercogliano, che nel 2012 corse quattro gare del Campionato Italiano.
 
 Come sei arrivato ai Quad?
Grazie a mio padre, che ha corso in questa disciplina per diversi anni. Io vengo dal Motocross e mi sono appassionato al “quattro ruote” una volta smesso. Dal 2001 al 2006 ho seguito un team di Minicross, poi ho provato un quad: mi è subito piaciuto, ho provato a correre qualche gara e per fortuna sono subito arrivati risultati importanti.
 
Perché un giovane dovrebbe avvicinarsi a questa disciplina?
Perché il quad è un mezzo divertente ed è più stabile, e quindi sicuro, di una moto. E poi si tratta di uno sport che sta crescendo molto bene in Italia.