Fuoristrada

Assoluti di Enduro – A Febbio il giro di boa

A due settimane dall’emozionate terza prova di Lumezzane, tornano di scena gli Assoluti d’Italia con la doppia trasferta Emiliana di Febbio (RE). Chiamati a scendere in campo i migliori piloti dell’Enduro italiano ed Internazionale che ci regaleranno appassionati battaglie per una sfida all’ultimo secondo!
Tornano in prima linea i campionissimi dell’Enduro nazionale con il quarto e quinto atto del tricolore degli Assoluti d’Italia e Coppa Italia.
A fare da palcoscenico a questo giro di boa della stagione 2012 sarà Febbio, un piccolo paesino in provincia di Reggio Emilia, già protagonista dell’Enduro italiano nel 2012 quando ospitò il terzo atto dell’Under23/Senior.
Il circus motociclistico delle due ruote tassellate si sposta così verso il centro Italia, in una regione purtroppo nelle primissime pagine dei quotidiani per i tristi eventi legati all’ondata terribile di terremoti che hanno colpito la zona di Modena. Scosse che fortunatamente non hanno interessato la zona di Febbio, che ospiterà questo grande evento grazie alla volontà e alla determinazione del Motoclub Crostolo, guidato dall’attivo presidente Angelo Iotti, organizzatore della tappa.
Ben 145 i piloti al via che sabato 16 e domenica 17 giugno si daranno battaglia tra i monti dell’Appenino. Una doppia trasferta quella Emiliana definita dalla C.N.S., su consenso del Motoclub Crostolo, lo scorso 17 aprile per il recupero di una delle due prove annullate a marzo a causa dell’abbondante neve caduta nelle Marche.
Chiamati a sfidarsi ad oltre 2000 mt s.l.m., i nostri aitanti piloti affronteranno lungo il percorso di 45 km, tre impegnative prove speciali. Non appena scesi dal palco di partenza, scattate le ore 9.00, un trasferimento di circa mezz’ora accompagnerà i conduttori in gara nei pressi del Cross Test, tracciato sul versante della montagna e quindi molto ricco di sali e scendi che impegneranno i piloti per tutti i suoi 3500 metri di lunghezza.
Terminata la speciale fettucciata, sosta al C.O., prima di immettersi in un sentiero che li condurrà all’Enduro Test il quale sarà caratterizzato da sottobosco e da una seconda parte in mulattiera. Un terzo trasferimento porterà i nostri cavalieri dalle due ruote tassellate all’Extreme Test dove una serie di tronchi, guadi e pietre metteranno in luci le abilità tecniche dei partecipanti.
Dando un’occhiata alla situazione in campionato, corsa vincente per Giacomo Redondi (Iron Racing Team) nell’E1 2T che guida la classe con 60 punti grazie alle tre vittorie ottenute nei precedenti appuntamenti. Ad inseguirlo Matteo Bresolin (Husarberg GP Motorsport) secondo con 47 lunghezze e Guido Conforti (Yamaha), terzo a soli due punti dal giovane piemontese.
Grande attesa per la classe E1, davvero ricca di colpi di scena. Al comando troviamo Simone Albergoni (HM Honda Zanardo) che nonostante la frattura al gomito è riuscito a conquistare punti preziosi nella tappa di Lumezzane, dove è terminato secondo dietro Thomas Oldrati (KTM Bordone Ferrari), sfortunato ad inizio stagione con uno zero registrato nella prima prova ma determinato a recuperare il gap che li divide. Tra i due piloti troviamo in seconda posizione il toscano Alessio Paoli (Suzuki RigoMoto).
Appassionante anche la battaglia che ci propone la E2 dove in soli 4 punti troviamo i primi tre piloti del podio e maggiori pretendenti al tricolore 2012. Prima posizione per il portacolori delle Fiamme Oro Oscar Balletti (Beta), seguito da Alex Salvini (Husqvarna CH Racing) e Jonathan Manzi (KTM Bordone Ferrari), rispettivamente al secondo e terzo posto.
Punteggio pieno anche per Andrea Belotti (KTM Iron Racing Team) nella E3 dove guida la generale con 60 punti, 13 in più del diretto inseguitore, Mirko Gritti (KTM), mentre il gradino più basso del podio è occupato da Maurizio Micheluz (HM Honda NSM).
Tra gli Stranieri lotta tra Eero Remes (KTM Farioli), Matti Seistola (Husqvarna CH Racing) e Aigar Leok (TM Racing) i quali occupano le prime tra posizione di campionato, con l’assoluta invece che vede protagonisti piloti del calibro di Oscar Balletti, al comando, Jonathan Manzi, Simone Albergoni e Alex Salvini, tutti distaccati da pochissimi punti.
I 161 punti conquistati nelle tappe precedenti vedono il G.S. Fiamme Oro leader tra le squadre il quale precede il Trial David Fornaroli e il Motoclub Lumezzane. Nei Team vetta del podio per l’Iron Racing Team.
Interessanti le lotte anche per quanto riguarda la Coppa Italia dove i leader di ogni classe dovranno ben difendere il loro primati dagli attacchi degli avversari, che gli daranno certamente del filo da torcere.
Nella Cadetti Alberto Rizzini (Husaberg) dovrà tener gli occhi ben aperti da Patrick Grigis (KTM), pronto a accorciare i sei punti che li separano attualmente. Terzo posto occupato da Michele Cobuzzi (KTM), a pari merito con Fabio Pampaloni (TM), entrambi a 32 lunghezze. Nella Junior prima posizione per Jonathan Zecchin (KTM) che precede Simone Martini (Yamaha) e Gabriel Franzetti (KTM), rispettivamente in seconda e terza posizione. Bella lotta tra i Senior dove un solo punto divide il leader di campionato Marco Luvisetto (KTM) da Riccardo Peroni (Husqvarna), mentre il terzo posto è occupato da Roberto Urgnani su KTM.
Giordano Rossi (KTM), Agostino Volpi (HM Honda) e Francesco De Polo (KTM) sono invece i tre piloti che occupano attualmente i primi tre posti della generale Major.
Tutto lo Staff Axiver, la Federazione Motociclistica Italiana e il Motoclub Crostolo vi aspettano numerosi a Febbio per questo elettrizzante giro di boa a partire da venerdì 15 giugno quando, come di consueto, si svolgeranno le operazioni preliminari, seguito dal briefing pre-gara il quale sarà allietato da un aperitivo di benvenuto. Inoltre, per tutto il weekend, una serie di stand espositivi potranno far conoscere ai visitatori i prodotti tipici locali.