Loading...

Go Smart Go Green. FMI protagonista con i corsi del Settore Tecnico

Sostenibilità ambientale, sicurezza, formazione, innovazione, attività sul territorio. Sono questi i principali motori di Go Smart Go Green, il primo tour nazionale dedicato alle tematiche di mobilità green a 360° con l’obiettivo di promuovere l’uso in totale sicurezza di un mezzo elettrico nei centri cittadini sin dalla giovane età grazie alla presenza del Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana (FMI) e delle principali Case che metteranno a disposizione i loro mezzi per i test ride e per apprendere le nozioni di guida sicura guidati dai tecnici federali FMI. La prima tappa di questo tour nazionale che si estenderà anche a tutto il 2022, partirà proprio da Treviso il 25-26 settembre prossimi.

Per due giorni, il centro storico, le piazze e i bastioni della città veneta saranno il palcoscenico di quanto di meglio la mobilità elettrica può offrire in ogni sua espressione: funzionale, ludica o lavorativa. Dalle biciclette e i monopattini, alle motociclette, le auto e i quadricicli elettrici.

Grazie al Patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Treviso, della Camera di Commercio di Treviso e Belluno, e della Federazione Motociclistica Italiana, l’evento, ad ingresso gratuito, sarà rivolto a tutta la popolazione. Le mura storiche di Treviso, che circondano la città per quasi 4 km, ospiteranno l’Eco Village. L’apertura della manifestazione è prevista per le ore 10 di sabato 25 settembre.

Tanti gli espositori, eccellenze italiane e non solo, della mobilità green che coloreranno l’Eco Village presso le Mura di Treviso. I Bastioni San Marco e Piazzale Burchiellati Est saranno il fulcro delle attività per i test drive, le attività formative con i tecnici federali e la mototerapia in collaborazione con Remoove Srl che offre servizi di innovazione sociale, progettazione, formazione, consulenza e mezzi di trasporto per il benessere delle persone, la mobilità ed il turismo inclusivi. Remoove per l’occasione metterà a disposizione le innovative triciclette elettriche Van Raam per il trasporto di persone con disabilità.

Le aree espositive si divideranno tra le due e quattro ruote. Piazzale Burchiellati sarà per la giornata di domenica il cuore della scuola formativa FMI con un’area test e attività dedicate alle motociclette elettriche, dalle minimoto, agli scooter, alle moto, mentre l’off-road elettrico troverà la sua massima espressione in un percorso riservato al fuoristrada presso il Bastione San Marco.

Sempre in Piazzale Burchiellati l’area test E-bike per le biciclette elettriche e i monopattini, mentre nell’area di piazza Matteotti, adiacente a piazza del Grano (area espositiva) sarà disponibile per auto e quadricicli elettrici.

“La Federazione Motociclistica Italiana, da sempre attenta ai temi relativi alla mobilità, ha aderito con entusiasmo a questa nuova manifestazione di Treviso. Vogliamo essere presenti con i nostri corsi di avviamento, i nostri tecnici e la nostra esperienza. Sarà un’occasione per farci conoscere ad un pubblico ancora più vasto e voglio ringraziare sentitamente il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, le Autorità, il Presidente del Comitato Regionale Veneto Andrea Girardello ed i nostri Moto Club che parteciperanno a questa prima tappa di un tour nazionale che promette di essere di grande interesse”, ha dichiarato il Presidente della FMI, Giovanni Copioli.

“Tutte le iniziative che puntano a migliorare la sostenibilità, come in questo caso nel campo della mobilità green, sono da supportare” – ha dichiarato Luca Zaia, Presidente della Regione del Veneto. “In Veneto abbiamo iniziato infatti a costruire un nuovo modello di sviluppo che si basa sulla sostenibilità in tutte le sue declinazioni. Con “sviluppo sostenibile” intendo la scelta di incentivare una crescita del benessere della comunità che guarda alle future generazioni, toccando gli ambiti economico, sociale e ambientale. La mobilità sostenibile ne è parte integrante. Quindi ben venga l’iniziativa proposta per incentivare l’utilizzo di mezzi eco-compatibili anche in contesti urbani”.

Così il Sindaco di Treviso, Mario Conte: “Siamo orgogliosi del fatto che, proprio da Treviso, parta questa iniziativa itinerante per la promozione della Mobilità Green. I mezzi ad emissione zero, elettrici e a pedalata assistita stanno cambiando il modo di approcciarsi alla mobilità, con una maggiore attenzione all’ambiente e all’efficacia degli spostamenti. In questo senso, Treviso ha già posto in essere una serie di iniziative per la promozione della mobilità elettrica (a due e quattro ruote) fra cui i bonus per l’acquisto di bici elettriche, il posizionamento di numerose colonnine per la ricarica delle auto, l’acquisto di bus elettrici per gli spostamenti in centro storico e il nuovo hub, che entrerà in funzione nel 2022, per la distribuzione di piccoli pacchi tramite cargo bike, oltre alla ciclopolitana e al progetto Treviso Parfum. L’iniziativa Go Smart Go Green va dunque nella direzione intrapresa dalla nostra Amministrazione: meno emissioni e più accessibilità, tecnologia e facilità di spostamento per promuovere nuovi percorsi anche in chiave turistica”.

“La mobilità in tutte le sue espressioni richiede in primis sicurezza e consapevolezza nell’utilizzo corretto di un mezzo su strada che deve seguire le regole nel rispetto della propria e dell’altrui vita” – ha sottolineato il Presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno | Dolomiti Mario Pozza“è indispensabile educare i giovani e tutti coloro che si avvicineranno a questa bella iniziativa, al ruolo di responsabilità che ha il conducente che deve avere l’assoluta lucidità, libero da droghe, alcool o stanchezza, per una guida totalmente responsabile. La scelta green è ormai indispensabile e facilitata dagli incentivi e dalla vasta gamma di motociclette elettriche, e- bike oltreché di motori ibridi e/o totalmente elettrici, grazie ai quali si favorisce anche un turismo rispettoso alla scoperta dei nostri bei territori”.

“L’idea di creare l’evento Go Smart Go Green nasce dalla necessità di far dialogare l’esperienza della pista con il contesto urbano”, ha sottolineato Gianluca Nannelli di Go Smart Go Green. “Vogliamo avvicinare il motociclismo a tutte le persone che non frequentano i circuiti di velocità e allo stesso tempo offrire ai più giovani la possibilità di iniziare un percorso formativo nelle piazze e nei centri cittadini. Ho individuato nella mobilità elettrica il motore trainante di questo progetto rivolto a tutta la popolazione grazie ad un format altamente innovativo. L’attività formativa applicata alla mobilità eco sostenibile vuole aumentare la consapevolezza nella gestione di un mezzo a due ruote motorizzato”.

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI