Fuoristrada

Viterbo attende il via del Mondiale Supermoto

L’Italia parla Supermoto. Si è parlato molto in questi giorni della prova di avvio del Campionato Italiano Supermoto 2009 partita dalla Lombardia, e non c’è nemmeno il tempo di riporre tutto che subito Viterbo è pronto per alzare il sipario su un altro importante avvenimento: il Gran Premio d’Italia, prima prova del mondiale Supermoto della stagione che vedrà nuovamente riuniti tutti i migliori piloti al mondo della specialità alla conquista dei nuovi titoli iridati.

In cabina di regia la DBO che anche in questa stagione propone al circus e agli appassionati di questa disciplina un circuito inedito e di grande spessore tecnico come il Circuito Internazionale di Viterbo, chiamato dopo la bella prova tricolore del 2008, ad ospitare l’importante tappa di avvio del mondiale 2009 che si concluderà con la decima prova l’8 novembre prossimo.

La prima gara della stagione e’ sempre eccitante perchè nessun team sa esattamente come si comporterà il proprio pilota o la propria moto in termini di prestazione fino a quando non scende in pista per la gara. Inoltre i 1.300 metri del circuito di Viterbo sono divertenti con alcune curve molto tecniche e uno sterrato inedito di circa 300 metri che si va ad aggiungere al tratto fuoristrada. Per il pubblico ci saranno a disposizione due tribune da 500 posti e un’ampia tribuna naturale, quest’ultima ai bordi dello spettacolare tratto sterrato. Due bar e un ristorante garantiranno la ristorazione per pubblico e addetti ai lavori. Un complesso sportivo moderno ed efficiente, inaugurato nel 2008, e una pista tra le migliori d’Italia permetteranno di raggiungere l’obiettivo degli organizzatori di coniugare natura e sport ma permettere al grande pubblico anche la conoscenza del bellissimo territorio circostante.
 
Come detto, all’evento saranno presenti tutti i migliori motarder al mondo, ad iniziare dai due ultimi campioni, il tedesco del Team Ktm-Miglio, Bernd Hiemer, che potrebbe rientrare proprio in questa gara dopo un infortunio in allenamento, e il francese Adrien Chareyre (Husqvarna) rispettivamente iridati nella classe S1 e S2, ma anche gli altri fuoriclasse che nel corso di questi primi sette anni di vita di questa giovane specialità motociclistica, hanno contribuito a scrivere alcune pagine di storia, come l’attesissimo transalpino Thierry Van Den Bosch che si presenterà per la prima volta in questo torneo in sella ad una moto TM Racing, o ancora l’altro francese Thomas Chareyre (Husqvarna), il belga Gerald Delepine (Husqvarna), tutti con almeno un titolo iridato, individuale o a squadre. E poi l’attesa pattuglia azzurra, con i campioni nazionali Ivan Lazzarini (Team HM Honda Racing) e il vicecampione mondiale della S2 Davide Gozzini (TM Racing), ma anche gli altri piloti nostrani come Luca Minutilli, Lorenzo Mariani, Paolo Gaspardone, Fabio Balducci, Massimo Beltrami, Emanuele Giovanelli, per citarne solo alcuni in ordine sparso.

Ma Viterbo non segna solo l’apertura del torneo iridato ma anche l’inizio di una sfida dal sapore molto più importante, con l’Italia, di nuovo campione del mondo in carica nel Trofeo delle Nazioni a Squadre grazie a Lazzarini, Gozzini e Pignotti, è ancora alla ricerca di quel titolo individuale sfiorato anche lo scorso anno con Lazzarini e Gozzini ma ancora mai raggiunto.

Difficile pronosticare oggi i nomi di coloro che potrebbero aggiudicarsi il titolo delle due classi, le prime indicazioni saranno date proprio dal GP d’Italia in programma a Viterbo tra pochi giorni.
 
Prezzo Biglietti
Sabato Euro 10 prezzo unico.
Domenica Euro 25 intero e 20 ridotto FMI
Ragazzi fino a 13 anni ingresso gratuito.