Moto d'Epoca

Vintage – Trofeo FMI Gr. 5 Trial d’epoca: un esempio per l’Europa

Si parla spesso e talvolta anche senza essere sufficientemente documentati del nostro Trofeo Gr5 Trial d’Epoca, paragonando i regolamenti e le partecipazioni alle gare con quelli delle altre nazioni europee.

 

E’ evidente il fatto che i numeri citati nella tabella (clicca qui per visualizzarla) diano una fotografia ben precisa del lavoro svolto in questi ultimi anni.

Per primi in Europa (nel 2011) siamo partiti con una razionalizzazione delle categorie, eliminando quelle meno partecipate (Pre  ’77, Mono), dando comunque la possibilità ai piloti possessori di queste moto di utilizzarle.

Si è così attivata  la formula che, con dei coefficienti, possa mettere sullo stesso piano moto classiche, post-classiche e Pre moderne (classificazione del Registro Storico).

Tre livelli di difficoltà (Bianco / Giallo / Verde), con scelta del percorso a discrezione del concorrente in base alla sua tecnica e preparazione atletica, senza vincoli né imposizioni.

Si è intervenuto altresì sullo svolgimento delle manifestazioni, attivando la formula di gare su due giorni, con punteggi separati per ogni singola giornata di gara: tutto ciò è stato pensato per agevolare la partecipazione dei piloti più distanti, con i costi di un’unica trasferta, e non obbligando le partenze ad orari prima dell’alba.

 Questa formula ha agevolato anche la presenza ormai abituale dei piloti stranieri:  concorrenti svizzeri, austriaci, tedeschi, francesi  e anche spagnoli sono ormai entrati a pieno titolo nelle nostre manifestazioni.

E’ da alcuni anni che i percorsi delle gare di Trofeo sono unicamente di un solo giro con 20 zone o di 2 giri (11 zone x 2): infatti con questa formula si possono fare dei trasferimenti più lunghi e con una varietà di sezioni  tracciate su terreni eterogenei, il tutto per soddisfare sia i neofiti che i piloti più esperti.

Ai fini della sicurezza e anche per le caratteristiche dei mezzi utilizzati sono poi state abolite le zone indoor o con ostacoli artificiali, che non rientrano nello spirito di queste classiche manifestazioni.

 

E’ di questi giorni la notizia  che la Federazione Motociclista Spagnola (RFME) ha pubblicato il nuovo regolamento per l’anno 2013 della “Copa De España De Trial Clásicas” (clicca qui per leggerlo), un regolamento che ha preso spunto da quello varato dalla FMI sin dal 2010. La simile impostazione espressa dalla RFME  alimenta le speranze che per il futuro si possa arrivare ad avere un unico regolamento a livello europeo.